Coronavirus in Sardegna, positivo in un resort a Santo Stefano: 475 turisti in quarantena

Cronaca

Gli ospiti di una struttura ricettiva dell'Arcipelago della Maddalena sono stati isolati dopo il ricovero all'ospedale di Sassari di un lavoratore stagionale con i sintomi del Covid-19. Intanto a Cagliari partono i test in aeroporto

Turisti in quarantena in un residence a nell'isola di Santo Stefano, nell'arcipelago de La Maddalena, all'estremo Nord della Sardegna. Sono 475, tra ospiti e personale del villaggio turistico, ad essere stati sottoposti al tampone dopo il ricovero, ieri, di un lavoratore stagionale con i sitomi del coronavirus (SEGUI IL LIVE) all'ospedale di Sassari. Nessuno può lasciare il residence in attesa dei risultati dei test. "Abbiamo effettuato i test - ha spiegato l'assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu - e siamo in attesa che vengano processati". 

Al via nell'Isola i tamponi in aeroporto

Intanto partono anche in Sardegna i tamponi radipi negli aeroporti per chi arriva dai Paesi a rischio. Il primo ad attrezzarsi è stato lo scalo di Cagliari Elmas: la mattina del 18 agosto sono stati allestiti nell'aerostazione i box dove il personale dell'Ats effettuerà i test ai passeggeri sbarcati. Primo banco di prova il volo atterrato da Madrid nel pomeriggio, con tutti i 68 passeggeri sottoposti al tampone rapido. È la prima esperienza di integrazione tra il personale sanitario di un ospedale, in questo caso il Santissima Trinità dove i test verranno processati nelle prossime 24 ore per avere l'esito, e i medici dell'Unità speciale di continuità assistenziale (Usca) dell'Ats che hanno materialmente effettuato l'esame. Lo screening proseguirà nei prossimi giorni con l'arrivo di altri aerei dalla Spagna: mercoledì 19 e giovedì 20 per i voli provenienti da Barcellona, Siviglia e Valencia, sabato 22 per quello da Madrid, domenica 23 per gli atterraggi da Valencia, Barcellona e Siviglia.

Attesa per i tamponi rapidi nei porti

Nessuna indicazione invece è ancora arrivata all'Autorità del mare di Sardegna per estendere i tamponi anche nei porti dell'Isola. Il primo a partire sarà comunque quello di Porto Torres, attivo nei collegamenti con Barcellona. Spagna e Malta sono dunque i Paesi sorvegliati speciali per i sardi che hanno scelto di trascorrere le vacanze all'estero: Croazia e Grecia infatti, inseriti nell'ultimo dpcm del governo con l'obbligo di tampone al rientro in Italia, non sono collegati direttamente con la Sardegna né con voli né con navi.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24