Banksy rubato al Bataclan e ritrovato in Italia, 6 arresti

Cronaca

Sei persone sono state arrestate oggi in Francia. Le accuse nei loro confronti sono furto, associazione per delinquere e ricettazione

Sono stati fermati questa settimana nell'Isere e nell'Alta Savoia, a sud-est della Francia, poco lontano dal confine con l'Italia. Le accuse nei loro confronti sono furto, associazione per delinquere e ricettazione: sei persone sono in detenzione provissaria perchè sospettate di aver rubato nel 2019 al Bataclan - teatro della strage terroristica del 13 novembre 2015 a Parigi - un'opera attribuita allo street artist Banksy, ritrovata di recente in Italia e precisamente in Abruzzo.

L’opera dello street artist

approfondimento

Attentati di Parigi, tre anni fa la strage al Bataclan

L’opera era stata realizzata a fine giugno 2018 dall'artista Banksy sull'uscita di sicurezza del Bataclan. La Ragazza in lutto è stata disegnata su una porta d'emergenza del locale parigino e dedicata alle 90 vittime dell'attento terroristico del 2015. L'opera è rimasta nascosta per quasi sei mesi a Sant'Omero, in provincia di Teramo, in un casolare lungo una strada di passaggio dove, secondo le ipotesi investigative, dovevano avvenire le visite di eventuali compratori, anche arabi, e il perfezionamento della vendita con il trasferimento poi verso il paese dell'acquirente.

Simbolo di un tragico ricordo

Il procuratore generale dell’Aquila, Michele Renzo, aveva escluso motivazioni terroristiche e collegamenti con cellule di matrice islamica dietro al furto dell’opera trafugata nel 2019 e ritrovata nel sottotetto di una casa di campagna nel Teramano. "Non sappiamo perché sia in Italia. La cosa che conta è che abbiamo recuperato un'opera che è il ricordo di un evento tragico ma che è il simbolo della lotta al terrorismo non solo di una nazione ma del mondo intero", aveva detto Renzo. 

 

Altri arresti in Francia

Nei giorni  scorsi la polizia francese aveva arrestato nove cittadini magrebini che secondo l'accusa sarebbero in qualche modo collegati al connazionale che lo scorso anno avrebbe portato l'opera in Italia lasciandola in custodia all'imprenditore di

Tortoreto, sempre nel tramano,  titolare di un B&B che, nelle scorse settimane, di fatto l'ha spostata nel casolare a Sant'Omero, dove è stata ritrovata dai Carabinieri di Alba Adriatica assieme alla polizia francese. 

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.