Coronavirus, morti altri 5 medici: il totale sale a 121. Deceduti anche 30 infermieri

Cronaca

Tra le ultime vittime, un chirurgo di Sassari e due medici di famiglia. Secondo la Federazione nazionale ordini professioni infermieristiche, il 34% degli infermieri che hanno perso la vita lavorava in residenze per anziani e strutture territoriali

Cresce ancora il numero dei decessi tra gli operatori sanitari da quando è iniziata la pandemia di coronavirus (AGGIORNAMENTI - SPECIALE - IL CONTAGIO IN ITALIA: GRAFICHE). Secondo quanto riportato dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo), che aggiorna il bollettino quotidianamente, altri 5 medici sono morti portando il totale a quota 121. L'ultima vittima è un chirurgo del Policlinico Sassarese, deceduto nel reparto di Terapia intensiva di Sassari. Da quanto era emerso al momento del ricovero, aveva contratto il virus mentre eseguiva un intervento chirurgico su un paziente poi risultato positivo. Al bilancio oggi si erano aggiunti anche due medici di famiglia, un odontoiatra, e un medico Serd. La lista della Fnmoceo include medici in attività, pensionati e medici pensionati richiamati in attività o comunque impegnati nell'emergenza.

Morti altri due infermieri, il totale sale a 30

Secondo quanto riferito dalla Federazione nazionale ordini professioni infermieristiche (Fnopi), invece, dopo le feste di Pasqua, sono morti altri due infermieri, facendo salire così il totale a 30. Il 34% degli infermieri che hanno perso la vita per il contagio, rileva la Fnopi, lavorava in Residenze per anziani Rsa e strutture territoriali (LE FOTO SIMBOLO DELL'EMERGENZA).

Cronaca: i più letti