I cinque soldati feriti in Iraq sono rientrati in Italia. L'atterraggio a Ciampino: VIDEO

Cronaca

Tre i feriti più gravi. Dopo l'atterraggio nello scalo romano sono stati subito trasportati all'ospedale militare del Celio

Il C130 dell'Aeronautica militare è atterrato a Ciampino alle 16.43. A bordo i cinque soldati feriti in Iraq domenica scorsa, in un attentato rivendicato dall'Isis. Con loro anche alcuni familiari, che li avevano raggiunti a Ramstein in Germania, all'ospedale militare americano dove si trovavano da qualche ora. Il fatto che siano potuti partire e rientrare in Italia conferma che le loro condizioni sono stabili, tanto appunto da poter viaggiare. Tre i feriti più gravi: a uno è stato necessario amputare una gamba, a un altro una parte di un piede. Sono ora ricoverati al Policlinico militare del Celio, dove sono giunti intorno alle 18.

"L'Italia non vi lascerà soli"

Ad accoglierli in aeroporto il ministro degli Esteri Di Maio, che aveva dato l'annuncio del loro ritorno, il ministro della difesa Guerini e il capo di Stato maggiore della Difesa, Enzo Vecciarelli. "Ci stringiamo a loro alle loro famiglie, felici di poterli riabbracciare", ha detto Di Maio, "siamo orgogliosi del lavoro che i nostri soldati svolgono". Mentre Guerini in un tweet ribadisce: "L'Italia non vi lascerà soli".
 

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24