Porto Cesareo, esplosione in un appartamento: due feriti gravi

Cronaca

Il proprietario della casa in Salento e il nipote sono rimasti gravemente feriti. A provocare lo scoppio, in località Il Poggio, forse una fuga di gas. La deflagrazione ha causato il crollo della parte superiore della struttura e un ferito è stato estratto dalle macerie

Due persone gravemente ferite: è questo il bilancio di un’esplosione avvenuta in mattinata in una villetta adibita a casa vacanza a Porto Cesareo, nel Salento. Lo scoppio ha provocato il crollo parziale della struttura: in particolare, ha ceduto la parte superiore dell'edificio. A causare l’esplosione, probabilmente, è stata una fuga di gas. I feriti sono il proprietario della casa, di 62 anni, e il nipote 43enne.

Due feriti gravi: il proprietario della casa e il nipote

La deflagrazione è avvenuta in località 'Il Poggio'. Uno dei due feriti è stato trasferito in codice rosso negli ospedali Riuniti di Lecce, l'altro al centro grandi ustionati di Brindisi. Secondo i primi accertamenti, l'esplosione sarebbe stata causata da una fuga di gas in cucina. Il nipote del proprietario, entrando nella stanza, avrebbe sentito l'odore di gas: a quel punto, stando alle prime ricostruzioni, avrebbe chiuso la valvola dell'impianto ma acceso la luce, innescando l'esplosione nell'ambiente saturo di gas. Il 43enne era rimasto intrappolato sotto le macerie ed è stato tirato fuori dai vigili del fuoco: ha gravi ustioni su tutto il corpo.

Cronaca: i più letti