Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

8 marzo, sciopero generale e disagi in città. Cortei in piazza contro diritti negati

Giornata di mobilitazione nelle città, con agitazioni promosse dai sindacati che riguarderanno molti settori. Colpiti in particolare i trasporti. LIVEBLOG

Leggi tutto
1 nuovo post
Mentre cortei e manifestazioni in occasione dell’8 marzo si sono svolti per le strade delle principali città italiane, lo sciopero generale in diversi settori, dalla scuola al servizio sanitario nazionale, ha creato forti disagi. A partire dai trasporti pubblici. A Milano, dopo un servizio fornito a singhiozzo nel corso della giornata, diverse linee della metropolitana (M1, M3, M4) sono state gradualmente sospese nel tardo pomeriggio. Grandi difficoltà per tutta la giornata anche a Roma e a Napoli. Disagi pure a Torino, dove la circolazione della metro è stata regolare per tutta la giornata ma i trasporti di superficie hanno subito diverse deviazioni a causa dei cortei.
 

Non una di meno: “Un grande successo”

 
"Dai primi riscontri ufficiosi l'adesione allo sciopero femminista globale dal lavoro produttivo e di cura in Italia è stata molto alta. In alcuni settori come la sanità e le scuole ci aggiriamo sul 70%. Un successo dovuto anche all'offensiva fortissima che questo Governo sta portando avanti contro i tanti diritti conquistati dalle donne", ha dichiarato Tatiana Montella avvocato di Non Una di Meno in piazza Vittorio, a Roma. (PERCHE' SI FESTEGGIA L'8 MARZO - PERCHE' SI REGALANO LE MIMOSE - LE MANIFESTAZIONI NEL MONDO)
- di monica.serra
Il liveblog si ferma qui. Per tutte le novità seguite la diretta di Sky tg24.
- di monica.serra
- di monica.serra
- di monica.serra
- di monica.serra

Coperta rossa a corteo Roma, scia sangue femminicidi

 
Slogan e cori non solo contro Pillon ma anche contro il Ministro dell'Interno Matteo Salvini al corteo promosso da Non Una di Meno. "Lo sciopero è un successo immenso", hanno urlato al megafono le organizzatrici. Tra gli striscioni quello in difesa della Casa Internazionale delle Donne di Roma dietro il quale si è schierata anche Fiorella Mannoia che ha detto: "Bisogna proteggere la Casa delle donne che non deve chiudere. Bisogna aiutare i centri violenze". "La casa delle donne Lucha Y Siesta non si vende", recita un secondo striscione su un'altra realtà a rischio nella Capitale. Tra musica e canti, il corteo partito da piazza Vittorio sta raggiungendo il centro di Roma. Rosso e fucsia i colori simbolici e predominanti nell'abbigliamento e negli accessori dei partecipanti alla manifestazione.
- di monica.serra
  
- di monica.serra
- di monica.serra
  
- di monica.serra

Pedica (Pd): la parità non si raggiunge solo con lo sciopero

 
"La parità tra donne e uomini non si conquista purtroppo solo con uno sciopero generale. Serve un impegno quotidiano da parte di tutti, e in primis delle istituzioni". È quanto afferma Stefano Pedica del Pd. "L'8 marzo -argomenta- è un giorno per ricordare e manifestare, ma non può diventare l'occasione per paralizzare le città, bloccando metro, bus e treni e facendo chiudere gli asili". "Bisogna combattere tutti i giorni per eliminare le discriminazioni e le violenze ma - sottolinea Pedica - questo obiettivo non si raggiunge certo creando enormi disagi ai cittadini e a tante mamme proprio nel giorno dedicato alle donne".
- di monica.serra
- di monica.serra
- di monica.serra

Non Una di Meno: sciopero riuscito,Governo cambi rotta

 
"Dai primi riscontri ufficiosi l'adesione allo sciopero femminista globale dal lavoro produttivo e di cura in Italia è stata molto alta. In alcuni settori come la sanità e le scuole ci aggiriamo sul 70%. Questa mattina in oltre 50 città ci sono state manifestazioni e cortei. Un successo dovuto anche all'offensiva fortissima che questo Governo sta portando avanti contro i tanti diritti conquistati dalle donne". Lo ha detto Tatiana Montella avvocato di Non Una di Meno in piazza Vittorio, dove sta per partire il corteo romano per i diritti delle donne. "Provvedimenti come il ddl Pillon vanno ritirati immediatamente, perché ci riportano anni indietro sul fronte dei diritti. Chiediamo politiche diverse sulle migrazioni perché' a farne le spese sono soprattutto le donne. Al Governo chiediamo di invertire la rotta a livello di politiche e di fare qualcosa per arginare le violenze di genere e i femminicidi che al posto di diminuire aumentano", ha aggiunto.
- di monica.serra

La situazione dello sciopero a Milano 

 

- di Daniele Troilo

Corteo a Torino, tensioni vicino a Palazzo Civico

 

Un centinaio di persone ha partecipato oggi a Torino al corteo organizzato dalla rete femminista “Non una di meno” nella giornata della Festa della donna. La manifestazione, a tappe in giro per la città, è partita intorno alle 10 da piazza Castello e si è conclusa al Campus Einaudi. "Portiamo in strada lo sciopero", si legge sui cartelli. In via Garibaldi ci sono state tensioni tra i manifestanti e la polizia, schierata a protezione di Palazzo Civico, che ha cercato di bloccarli all'altezza di via XX Settembre.
- di Daniele Troilo

A Roma adesione a sciopero Atac del 23,8%

 
L'adesione del personale Atac allo sciopero del trasporto pubblico, rilevata alle 10 di questa mattina, è stata pari al 23,8%.
- di Daniele Troilo

Raggi, superare idea stantia quote rosa
 

"Tante conquiste fatte e tante altre ancora da realizzare. L'otto marzo è la Festa delle donne; è il giorno in cui ci si 'ricorda' del loro ruolo nella società, dei traguardi raggiunti e quelli ancora mancanti. Ma la riflessione e il confronto su questi temi dovrebbero avvenire ogni giorno. Non dovrebbe essere un tema 'femminile'. L'idea di circoscrivere questi argomenti crea barriere, quelle che dobbiamo abbattere. Perché  è proprio questo il senso del confronto: capire che, nel rispetto delle differenze, donna e uomo hanno pari valore". Lo scrive la sindaca di Roma, Virginia Raggi, sul suo profilo Facebook.
- di Redazione Sky TG24

Barbagallo: sciopero ha danneggiato molte donne 

 
"Lo sciopero questa mattina ha danneggiato molte donne": così il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, ha risposto ad una domanda sullo sciopero proclamato dai sindacati di base per l'8 marzo. Una giornata, ha aggiunto "che non definisco una festa, ma un momento di impegno fino a quando avremo disparità, violenze e schiavitù. Scioperare per fare cosa, per dare quali risposte? Lo sciopero deve essere mirato e oggi ha danneggiato solo chi utilizza i servizi e non chi crea disparità e schiavitù e genera violenza".
    
 
- di Redazione Sky TG24

Bongiorno: 'codice rosso' per salvare vita donne

 
"E' una proposta a cui non vogliamo dare colore politico, ma e' per tutte le donne: come in un pronto soccorso pieno di persone si deve scegliere l'urgenza, io credo che se una donna sta per morire, la sua richiesta di aiuto non puo' rimanere sepolta su una scrivania. Entro 3 giorni il magistrato la deve convocare e cosi' possiamo salvare vite". Lo ha detto il ministro della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno in una conferenza stampa al Senato dove insieme al ministro dell'Interno Matteo Salvini, sono state illustrate due disegni di legge per tutelare le donne.
- di Redazione Sky TG24
- di Daniele Troilo