Mafia, confiscati beni per 21 milioni di euro a persone ritenute vicine a Messina Denaro

Cronaca
L'ultimo identikit di Matteo Messina Denaro, ritenuto l'uomo a capo di Cosa Nostra (FOTO: archivio)
messina_denaro_fotogramma

Operazione di Polizia e Guardia di Finanza di Trapani. nel mirino 2 imprenditori attivi nell'edilizia. Sigilli ad appartamenti, magazzini, terreni, auto, conti correnti e società

La Polizia e la Guardia di Finanza di Trapani hanno confiscato 52 appartamenti, 9 villini, 11 magazzini, 8 terreni, 19 garage, autovetture, conti correnti e società, per un valore stimato di circa 21 milioni di euro, a carico di due imprenditori ritenuti essere stati collusi con esponenti delle "famiglie mafiose" della provincia, attivi nell'edilizia, che hanno operato nel settore dei lavori appaltati da enti pubblici in Sicilia su mandato del boss latitante Matteo Messina Denaro.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24