Maltempo, bimbo di 9 anni dona 5 euro per "salvare le montagne"

Cronaca

Il piccolo Achille, residente a Mira (Venezia), è rimasto colpito dalla disperazione degli abitanti di Rocca Pietore (Belluno) dopo i danni causati dal maltempo. Così ha scritto una lettera al sindaco, donando anche 5 euro: "Da grande vorrei entrare nel corpo forestale"

Si è privato dei suoi risparmi per far rinascere un bosco. L’autore del gesto è un bambino di 9 anni, Achille. Residente a Mira, in provincia di Venezia, è rimasto talmente colpito dalla disperazione degli abitanti del Bellunese martoriati dal maltempo che ha pensato di fare la sua parte (FOTO). Così ha preso carta e penna e ha scritto al sindaco di Rocca Pietore, uno dei centri più colpiti, per contribuire alla rinascita dei boschi della zona sradicati dal vento. "Da grande mi piacerebbe fare parte del corpo forestale, vi dono un aiuto", ha scritto Achille, inviando insieme alla lettera anche la somma di cinque euro.

La lettera di Achille

Il 7 novembre è stato lo stesso bambino a far partire la sua letterina scritta in stampatello su un foglio a righe strappato da un quaderno."Ho 9 anni, abito a Mira (Venezia) mi piace molto andare in montagna - scrive Achille al sindaco Andrea De Bernardin, che ha protocollato la missiva - e siccome mi dispiace per quello che è accaduto vorrei rivedere montagne con i boschi perché da grande mi piacerebbe entrare nel corpo forestale. Vi dono un aiuto con i miei risparmi". Lo stesso Achille, tra l’altro, sa bene cosa vuol dire essere colpiti dal maltempo: il suo paese nel 2016 ha visto un tornado radere al suolo anche una villa settecentesca. Rocca Pietore, ai piedi della Marmolada, è stata l'epicentro del maltempo eccezionale che ha colpito la montagna veneta. A rendere nota la vicenda è stato 'Progetto Rocca Pietore' nella sua pagina Facebook.

L’assessore: "È un gesto commovente"

La missiva è accompagnata da un disegno in cui Achille ha raffigurato le 'sue' montagne tutte verdi, con alberi, malghe, un torrente ma anche un elicottero in cielo che le sorvola e veglia su di loro, una sorta di moderno angelo custode. "Caro Achille, non ti sappiamo dire quanto siamo commossi da questo tuo grande gesto! - scrive 'Progetto Rocca Pietore' su Facebook -. Il tuo cuore è grandissimo! Spero ti arrivi il nostro messaggio e che tu possa metterti in contatto con noi al più presto". "È un gesto commovente per un bambino - ha detto l'assessore Bottacin - soprattutto per essersi voluto privare dei suoi risparmi". "Si dice che fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce - commenta -: questa è la foresta dei veneti che cresce".

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24