Milano, incendio a Quarto Oggiaro: a fuoco deposito rifiuti. Pm indaga

Cronaca

Da ore i vigili del fuoco sono al lavoro per spegnere le fiamme in un deposito di rifiuti nella periferia nord della città. L'enorme colonna di fumo è visibile anche da un chilometro di distanza. Il Comune: "Tenete le finestre chiuse nella zona". FOTO

Da ieri sera, 14 ottobre, va a fuoco a Milano un capannone di rifiuti della Ip, che si occupa di stoccaggio e smaltimento rifiuti (LE FOTO). L'incendio, divampato attorno alle 20.30 nel deposito di via Dante, in zona Bovisasca e vicino a Quarto Oggiaro, non è ancora stato domato del tutto. I vigili del Fuoco, intervenuti sul posto ieri sera, hanno infatti messo sotto controllo le fiamme ma non è ancora stato possibile spegnere tutti i focolai. Ancora stamattina, infatti, bruciano aree del deposito e una densa colonna di fumo interessa tutta l'area a Nord della città. Nell'incendio è rimasto coinvolto un 49enne che ha riportato un leggero trauma ed è stato trasportato all'ospedale Sacco in codice verde.

Pm indaga

Le cause del rogo sono ignote, ma si ipotizza che il rogo sia di tipo doloso. Sul caso, indaga la procura di Milano che ha aperto il fascicolo di indagine ipotizzando il reato di incendio, al momento a carico di ignoti. 

"Finestre chiuse"

L'alta colonna di fumo che si è levata dal sito è visibile anche oggi a chilometri di distanza. Lo stesso assessore all'Ambiente del Comune di Milano, Marco Granelli ha raccomandato ai cittadini della zona di tenere le finestre chiuse: "Si prevede che l'incendio durerà per tutta la giornata di lunedì 15 ottobre - ha scritto sulla sua pagina Facebook - Visto il vento debole e costante e le prime rilevazioni di Arpa, fatto insieme il punto alle ore 1.15 del 15 ottobre con Comune di Milano Ats Arpa e VvFf e si decide di confermare ai cittadini a titolo preventivo la precauzione di tenere chiuse le finestre per tutto il tempo dell'incendio fino al suo spegnimento".

Incendi in depositi rifiuti

Sono ormai decine i casi di incendi in depositi rifiuti nella periferia del capoluogo lombardo: nel quartiere Bruzzano, non lontano da Quarto Oggiaro, un'intera struttura era andata a fuoco il 24 luglio dell'anno scorso; si trattava della "EcoNova", in via Senigallia 60, che gestiva rifiuti e plastiche industriali. Proprio qualche giorno fa i carabinieri di Milano e Pavia hanno chiuso una grossa indagine che ha portato all'arresto di 6 persone, che avevano messo in piedi un'organizzazione dedita al traffico e trasporto di rifiuti, per poi incendiarli, come successo nel deposito di Corteolona, nel Pavese. 

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24