Terremoto nel Catanese, scossa di magnitudo 4.8: panico e feriti lievi

Cronaca

Il sisma è avvenuto alle 2.34, con epicentro a Santa Maria di Licodia ed è stato avvertito anche nelle provincie di Siracusa, Enna e Messina. Persone in ospedale con contusioni o in stato di choc. Il sindaco di Biancavilla: "Non facciamoci prendere dal panico"

Notte insonne per molte persone nel Catanese nei paesi alle pendici dell'Etna dopo il terremoto di magnitudo 4.8 delle 2.34 che ha avuto come epicentro il paese di Santa Maria di Licodia, a circa 35 km da Catania. L'ipocentro a 9 km di profondità. La scossa è stata preceduta e seguita da altre, tutte di minore intensità: due si sono registrate a Bronte una, di magnitudo 2.5 a Biancavilla. La gente, spaventata, si è riversata nelle strade; in circa 40 hanno raggiunto i vicini ospedali per attacchi di panico o ferite lievi. (LE FOTO)

Crollo cornicioni

Secondo i primi accertamenti dei Vigili del Fuoco, le scosse hanno provocato il crollo di cornicioni nella chiesa di Santa Maria di Licodia e a Palazzo Ardizzone, ex sede del municipio, e di antiche case rurali ma non danni strutturali. Adrano e Biancavilla i paesi maggiormente interessati. Il sisma è stato avvertito a Catania e in tutta la provincia, otre che a Siracusa, Enna e Messina.

Sindaco Biancavilla: "Non facciamoci prendere dal panico"

"La scossa di terremoto avvertita attorno alle 2.30 ha toccato tutti noi. Non facciamoci prendere dal panico", ha scritto su Facebook Antonio Bonanno, sindaco di Biancavilla, centro del catanese dove si è registrata una delle scosse più forti. "A chi si trova fuori di casa - prosegue Bonanno - diciamo di evitare di restare in prossimità di balconi e, dunque, di abitazioni. Evitate soprattutto di girare per strada con le automobili".

L'allarme scattato sui social

L'allarme è scattato sui social prima della conferma ufficiale dell'Ingv, da parte degli utenti dell'app Rilevatore Terremoto. Centinaia i post sui social di persone che hanno avuto paura. "Sono saltato dal letto pensando ci fosse qualcuno che lo muovesse nella  stanza", scrive Simone. Maria Antonietta racconta: "Al nono piano è  stato terribile... ha ballato tutto". Daria scrive: "Alluvioni,  terremoti... a Catania ci si diverte sempre un sacco". Fren scrive su  Twitter: "Stavo dormendo e mi si è spostato il letto di almeno 10cm,  sto tremando dalla paura".

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24