Corruzione e truffa, indagati dirigenti medici e universitari

Cronaca
carabinieri_scuolabus_ansa

Undici misure cautelari sono state eseguite dai Nas in 7 Regioni ai danni di medici, imprenditori e rappresentanti del settore farmaceutico. Indagate 36 persone, 7 le aziende coinvolte nelle attività illecite

Un dirigente medico e un imprenditore sono stati arrestati con l'accusa di corruzione e truffa su richiesta della Procura di Parma. Misure cautelari interdittive anche per altri 9 indagati tra medici universitari e rappresentanti del settore farmaceutico. L'operazione ha impiegato 200 carabinieri in 9 regioni. Disposto anche il sequestro di 335.000 euro per i reati di corruzione e truffa.

Le accuse e i reati contestati

Complessivamente, nell'operazione "Conquibus" condotta dai Nas di Parma, sono state emesse 11 misure cautelari a carico di dirigenti medici, universitari e rappresentanti del settore farmaceutico. 36 sono le persone indagate e le 7 aziende coinvolte nelle attività illecite. In corso d’esecuzione anche 40 perquisizioni presso le abitazioni di altrettanti professionisti e presso le sedi di società e di note aziende farmaceutiche. I reati contestati agli indagati sono corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità, comparaggio farmaceutico, abuso d'ufficio, falso ideologico e truffa aggravata. Le regioni interessate dall'operazione sono: Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Umbria e Lazio.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24