Trenord, dipendente accusata di razzismo torna in servizio

Cronaca
Un convoglio Trenord (Ansa)
treno_trenord_ansa

La donna, attraverso gli altoparlanti del treno, si era riferita ai “molestatori” e agli “zingari” invitandoli a scendere dicendo “avete rotto i c…”. Salvini: "Brava Capotreno. Non sei sola!"

Ha ripreso regolarmente a lavorare la dipendente di Trenord che lo scorso 7 agosto era stata sospesa perché, attraverso gli altoparlanti di bordo del regionale '2653', aveva detto “i passeggeri sono pregati di non dare monete ai molestatori. Scendete perché avete rotto. E nemmeno agli zingari: scendete alla prossima fermata, perché avete rotto i c...".

Salvini: “Buon lavoro brava Capotreno. Non sei sola!”

La notizia è stata accolta con grande apprezzamento dal ministro dell’Interno Matteo Salvini che sin da subito si era schierata a fianco della dipendente. Il vicepremier su Facebook ha così commentato: "Buon lavoro brava Capotreno, non sei sola!" La vicenda era stata denunciata da un passeggero e molti si erano indignati sui social. Il ministro dell'Interno aveva subito commentato: "Invece di preoccuparsi per le aggressioni a passeggeri, controllori e capitreno, qualcuno si preoccupa dei messaggi contro i molestatori... #Viaggiaresicuri e' una priorita'!". L’episodio si era verificato a bordo del treno regionale partito da Milano e diretto a Mantova.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24