Iniziato l’esodo di Ferragosto, traffico da bollino nero nel week end

Cronaca
Foto d'archivio (Ansa)
traffico_code_ansa

Circolazione molto intensa sulle arterie principali ma in via di normalizzazione. Diminuita la criticità anche a Casalecchio dove è esplosa l'autocisterna. Tre ore di attesa, in calo, per attraversare lo Stretto di Messina. TRAFFICO IN TEMPO REALE

Quello di sabato 11 agosto è stato il sabato del grande esodo verso le mete di vacanza, caratterizzato da bollino nero per la mattina e rosso per il pomeriggio. Del resto, come ha documentato la Coldiretti, 6 italiani su 10 in queste ore si sono messi in viaggio. Tutte le reti viarie in vista del Ferragosto sono state affollate da auto, caravan e roulotte a partire dalle prime ore del giorno, soprattutto in prossimità delle dorsali vicine alle località balneari. Code anche di tre ore per i traghetti - soprattutto in Sicilia - in molti scali aeroportuali e nelle stazioni ferroviarie. Traffico e code ai confini con Austria e Slovenia, e naturalmente con la Francia. Qui in tarda mattinata si è intensificato il traffico al traforo del Monte Bianco, in uscita dall'Italia, con un'ora di attesa. Nel pomeriggio però la situazione generale è andata via via normalizzandosi. Per ottenere informazioni in tempo reale sul traffico, gli automobilisti possono consultare il sito o l'app di MyWay.

Traffico e rallentamenti

Traffico molto intenso e rallentamenti si sono registrati sulla A22 del Brennero in entrambe le direzioni. Tante auto e camper già dalla mattina in alcuni tratti in Trentino, in particolare vicino al lago di Garda, e in Alto Adige, in Val Pusteria, in entrambe le direzioni dall'uscita dell'autostrada a Bressanone-Varna fino a San Candido. Traffico intenso anche sulla strada statale della Val Venosta tra il passo Resia e Lagundo. Una coda di alcuni chilometri, almeno 4, si è formata all'altezza della barriera di Lisert in ingresso a Trieste, uscita per i turisti diretti in Slovenia e in Croazia. Molti i vacanzieri provenienti da Austria e Germania, ma tanti anche gli italiani. A dura prova la rete autostradale dell'Emilia Romagna: uno dei punti più critici è stato il raccordo A1-A14 di Casalecchio dove è esplosa un'autocisterna. L'autostrada è aperta, ma si viaggia su una sola carreggiata e questo ha provocato rallentamenti e code a tratti da Castel San Pietro. Code anche sull'A14 per raggiungere la riviera romagnola, ma anche in A1, soprattutto nella zona di Modena, all'intersezione con l'A22 e nel nodo di Bologna. Situazione tornata alla normalita' sulla A4 Trieste-Venezia: il traffico, che già durante la notte era stato molto sostenuto - e ha continuato ad esserlo fino al primo pomeriggio - è tornato poi fluido.

In viaggio 6 italiani su 10

Dalle prime ore del pomeriggio i flussi di traffico sono entrati nella norma. Picchi di passaggi di veicoli in mattinata si sono registrati sulla A9, con una coda di 5 km tra Como e Chiasso in direzione della dogana svizzera; sulla A 10 in direzione Francia, con 6 km di code tra Varazze e Savona. Per l'imbarco sui traghetti a Villa San Giovanni è stata attivata la fase 3 con circa tre ore di attesa, in via di normalizzazione con il passare delle ore.

La prossimità del Ferragosto ha quindi indotto la maggior parte degli italiani a raggiungere le mete di vacanza: secondo la Coldiretti 6 italiani su 10 in questo fine settimana si sono messi in viaggio per raggiungere parenti o amici, al mare, in campagna o in montagna.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24