Maturità: Bassani, De Gasperi e Moro tra le tracce della prima prova

Cronaca
maturit__2018_ansa

Per l'analisi del testo, il Ministero ha scelto un brano de "Il giardino dei Finzi Contini". Per il tema storico l’argomento è stato la cooperazione internazionale, per quello artistico la solitudine. Anche bioetica e clonazione tra i saggi. Il RACCONTO DELLA GIORNATA 

Bassani, Moro e De Gasperi, la solitudine. Sono questi alcuni dei temi scelti per le tracce della prima prova di italiano della maturità 2018. Confermate, quindi, le anticipazioni comparse sin dai primi minuti dopo l'apertura delle buste sui diversi siti dedicati. La prova è adesso disponibile anche sul sito del Ministero. In particolare, per l'analisi del testo, il Miur ha scelto un brano tratto da "Il giardino dei Finzi Contini", opera più nota dello scrittore Giorgio Bassani (CHI È). La cooperazione internazionale è stata al centro del tema storico, con un focus sugli statisti Alcide De Gasperi e Aldo Moro, a 40 anni dal rapimento e dall'uccisione dell'esponente della Dc. Il saggio artistico-letterario è stato incentrato sul tema della solitudine ed era presente una poesia di Alda Merini. Il principio dell'uguaglianza nella Costituzione è invece la traccia di carattere generale. Anche qui si tratta di una ricorrenza, dal momento che la Carta compie 70 anni (IL RACCONTO DELLA GIORNATA)

L’opera di Bassani: "Il giardino dei Finzi-Contini"

Per l'analisi del testo della maturità 2018, il brano scelto è tratto da "Il giardino dei Finzi-Contini", il libro più celebre dello scrittore emiliano Giorgio Bassani, nato a Bologna nel 1916 ma ferrarese di origine. Non è casuale la scelta, avvenuta a 80 anni dall'emanazione delle leggi razziali. Il libro fu pubblicato nel 1962 da Einaudi ed è ispirato alla storia vera di Silvio Magrini, presidente della comunità ebraica di Ferrara dal 1930, e della sua famiglia: acconta "gli orrori della persecuzione fascista e razzista, la crudeltà della storia, l'incantesimo dell'infanzia e la felicità del sogno".

Le tracce dei saggi brevi

Per quanto riguarda i saggi brevi, per la traccia dell'ambito Storico-Politico è stato scelto il tema "masse e propaganda", a supporto del quale sono stati dati documenti come il brano di Giulio M. Chiodi, "Soggetti apolitici e politici soggetti". Per l'ambito Socio-Economico l'argomento proposto agli studenti è stato: "La creatività è la straordinaria dote squisitamente umana di immaginare; risultato di una formula complessa, frutto del talento e del caso". Tra i brani messi a disposizione c'era quello di Enrico Moretti, "Il neolavoro. La creatività è il vero capitale. Conoscenza e talento generano reddito", tratto da "La Lettura" del Corriere della Sera. Nell'ambito Artistico-Letterario: la solitudine nell'arte e nella letteratura (con brani di Petrarca, Pirandello, Quasimodo, Merini, Dickinson e immagini di opere di Giovanni Fattori, Munch, Hopper). Per quanto riguarda la traccia in ambito Tecnico-Scientifico: il dibattito bioetico sulla clonazione, corredato dalla definizione di  "bioetica" dell'Enciclopedia Treccani. A supporto dello studente anche un articolo di Elisabetta Intini tratto da Focus.it. Infine, il tema di ordine generale riguardava "Il principio  dell'eguaglianza formale e sostanziale nella Costituzione".

Cronaca: i più letti