San Mauro Cilento, 9 arresti per corruzione: in manette anche sindaco

Cronaca
Fotogramma_carabinieri

I carabinieri hanno dato esecuzione a una serie di misure cautelari nei confronti di funzionari e pubblici amministratori del comune. Tra i reati, a vario titolo, anche concussione e abuso d'ufficio

Il sindaco di San Mauro Cilento, Carlo Pisacane, è stato arrestato dai carabinieri che hanno dato esecuzione ad alcune misure cautelari nei confronti di funzionari e pubblici amministratori del comune in provincia di Salerno. Tra i reati contestati, che emergono da un'indagine che riguarda appalti pubblici nel territorio, ci sono concussione, corruzione e abuso d'ufficio.

Nove arresti totali

Oltre ai precedenti capi d'accusa gli indagati dovranno rispondere anche di falsità ideologica e gare d'appalto con procedure per l'affidamento truccate. Le misure cautelari sono state eseguite dai carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania (Salerno) e prevedono nove arresti totali che hanno interessato, oltre il sindaco, due assessori comunali, due consiglieri, il segretario comunale, i responsabili dell'ufficio tecnico e dell'ufficio di Ragioneria e l'amministratore di una ditta di smaltimento rifiuti. Al momento tutti si trovano agli arresti domiciliari. San Mauro Cilento è un piccolo comune di 890 abitanti e l'attuale amministrazione, espressione della lista civica 'San Mauro Futura', è stata eletta nel maggio del 2014.

Cronaca: i più letti