Roma, ok a pecore “tosaerba” in 20 parchi di periferia

(Getty Images)
2' di lettura

Siglata l’intesa tra Campidoglio e Coldiretti che permette di usare gli animali per la manutenzione di aree verdi per "tutelare la biodiversità". Individuate 20 zone tra cui Acquedotti e Pineto. Il sindaco Raggi: “Non le porteremo in centro”

L’idea degli animali “tosaerba” a Roma, lanciata dall’assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari lo scorso 16 maggio, diventa realtà con un protocollo per "tutelare la biodiversità". Con questa intesa, siglata con Coldiretti e presentata oggi dal sindaco Virginia Raggi, il Campidoglio ha formalizzato la possibilità di usare le pecore per la manutenzione di alcuni parchi della campagna e della periferia della Capitale.

“Non porteremo le pecore in centro”

Il dipartimento Ambiente ha già individuato circa 20 aree verdi in cui gli agricoltori sono autorizzati a falciare l'erba gratuitamente con mezzi propri e a prelevarla per destinarla l'alimentazione degli animali: tra queste il parco degli Acquedotti e il parco del Pineto. "Questo protocollo di intesa - ha spiegato Raggi - vuole valorizzare la funzione agricola di questa città che ha 40 milioni di metri quadri di verde e circa il 40% ha vocazione agricola. Una delle iniziative riguarda la cura delle aree verdi agricole o di campagna, quella parte di cintura spesso abbandonata a sé stessa" e per cui si prevede la "pulizia sia attraverso mezzi meccanici sia attraverso l'ecopascolo. Non porteremo le pecore al centro di Roma ma restituiremo loro le aree che erano state sottratte: la campagna romana".

Le critiche dell’opposizione

La proposta avanzata dall’assessore Montanari dieci giorni fa era di estendere il metodo, già usato al parco della Caffarella, ad altre zone: “Un modo semplice, usato anche in una grande città come Berlino, è molto giusto e interessante". Ma l’idea non era piaciuta a tutti e dalle opposizioni erano arrivate le critiche. Il vicesegretario dem del Lazio Foschi aveva parlato di “prese in giro della giunta Raggi” e ironicamente aveva aggiunto: “Contro le zanzare la Raggi cosa farà: ci fornirà di un geco?”.

Leggi tutto
Prossimo articolo