Bergamo, scoperta una tela di Mantegna da oltre 26 milioni di euro

Cronaca
"Resurrezione di Cristo" di Andrea Mantegna (foto: profilo Facebook Accademia Carrara di Bergamo)
Resurrezione_Cristo

Si tratta della "Resurrezione di Cristo", databile tra il 1492 e il 1493, che per quasi 200 anni è stata considerata una copia e custodita come tale nei depositi dell'Accademia Carrara

Una nuova tela del maestro del Rinascimento italiano, Andrea Mantegna, è stata scoperta a Bergamo. Si tratta della "Resurrezione di Cristo", databile tra il 1492 e il 1493. Per quasi 200 anni questo dipinto è stato considerato una copia e custodito come tale nei depositi dell'Accademia Carrara. L'opera è, invece, un originale e il suo valore stimato, secondo quanto scrive il "Wall Street Journal" che ne ha ricostruito l'attribuzione, sarebbe di circa 30 milioni di dollari, oltre 26 milioni di euro.

Un capolavoro ritrovato

Secondo la ricostruzione del giornale statunitense, i recenti e approfonditi studi sul quadro hanno stabilito che la piccola croce sul margine inferiore, sotto un arco di pietra, doveva avere una corrispondenza in una porzione di dipinto mancante. Così, valutando la continuità tra la croce e l'asta che la sorregge, oltre alla perfetta coincidenza nella definzione delle rocce dell'arco, si è giunti alla conclusione che la metà inferiore della "Resurrezione di Cristo" dovesse essere la "Discesa al limbo" del maestro Mantegna, conservata a Princeton nella collezione di Barbara Piasecka Johnson. L'attribuzione al grande maestro del Rinascimento italiano è stata avvallata anche dal massimo esperto al mondo sull'artista, Keith Christiansen del Metropolitan Museum of Art di New York.

Il catalogo dei dipinti italiani

Per gli esperti si tratta di una attribuzione straordinaria e inaspettata. Quest'opera originale del maestro Mantegna verrà inserita nel "Catalogo completo dei dipinti italiani del Trecento e Quattrocento dell'Accademia di Carrara", curato da Giovanni Valagussa, conservatore della Collezione Carrara. Il catalogo uscirà tra circa un mese per "Officina Libraria Editore". Si tratta di una pubblicazione che presenta 110 schede per altrettanti dipinti, realizzati dal 1300 al 1500, parte della collezione Carrara, suddivise in zone geografiche (area toscana e centroitaliana; area veneta; area lombarda) con progressione cronologica.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24