Neonata trovata morta in un centro rifiuti a Ostra, nelle Marche

Cronaca
carabinieri_fotogramma

Aperto un fascicolo per infanticidio. L'ipotesi più probabile è che sia stata abbandonata poco dopo la nascita in un cassonetto. A individuare la piccola sul nastro trasportatore è stato un operaio. Attesi ulteriori rilievi

Il corpo di una neonata è stato scoperto in una ditta di trattamento rifiuti di Ostra, in provincia di Ancona, su un nastro trasportatore. Dall'autopsia, condotta nel pomeriggio, emerge che la piccola era nata viva, ma sarebbe già stata morta quando è finita nel meccanismo dei camion che raccolgono la spazzatura e la trasportano poi al centro di trattamento. Sul ritrovamento indagano i carabinieri di Senigallia ed è stato aperto un fascicolo per infanticidio.

Ipotesi di abbandono tra i rifiuti dopo la nascita

L'ipotesi più probabile è che la neonata sia stata abbandonata tra i rifiuti poco dopo la nascita: l'azienda raccoglie la spazzatura da vari centri e gli inquirenti cercheranno di individuare il Comune di provenienza del cassonetto in cui è avvenuto il ritrovamento. A individuare la neonata, sul nastro trasportatore, è stato un operaio. 

Attesi ulteriori rilievi

Dopo che la neonata è stata ritrovata, è subito subito scattato l'allarme. Sul posto sono arrivati i carabinieri, il 118 e il medico legale. I primi esami del medico legale non erano però riusciti a stabilire con precisione l'ora del decesso, che dovrebbe essere avvenuto pochi giorni prima del ritrovamento. I carabinieri intervenuti sul posto hanno ascoltato il personale presente al momento del ritrovamento e i dirigenti dell'azienda. Verranno anche effettuati ulteriori rilievi: l'obiettivo è risalire al Comune di provenienza del cassonetto. 

Cronaca: i più letti