Nord Italia ancora sotto lo zero, allerta gialla nel Centro Sud

Cronaca
torino_neve

Le temperature rimarranno basse anche per buona parte della prossima settimana, ma pioggia e neve dovrebbero attenuarsi già da domenica. LE PREVISIONI

La neve prevista è arrivata. In Liguria l'allerta, scattata nella mattinata di sabato, è stata prorogata fino a domenica. E anche Torino è pronta a rispondere con un piano che tuteli la zona collinare della città. Il primo fine settimana di dicembre è caratterizzato da temperature in calo, al di sotto delle medie stagionali. La gelata, che ha segnato l'Italia da Nord a Sud, prosegue anche domenica 3 dicembre. Ma nel corso della settimana la situazione dovrebbe migliorare.

Instabilità in tutta Italia

La perturbazione che sta portando una massa di aria fredda continentale sull'Italia continuerà a determinare instabilità, con nevicate sui rilievi del centro, temporali (specie sul versante tirrenico centro-meridionale) e venti sostenuti sulle regioni settentrionali e meridionali. Sulla base delle previsioni, la Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse. Al momento, il bollettino parla di venti da forti a burrasca nel nord di Emilia-Romagna e Liguria. Temporali su Lazio, Campania, Basilicata e Calabria, in particolare sui versanti tirrenici.

Il meteo della prossima settimana

Per domenica la Protezione Civile ha valutato “allerta gialla” per rischio idrogeologico localizzato su tutto l'Abruzzo ed il Molise, sui bacini costieri di Lazio e Campania, parte della Basilicata e della Puglia e sul versante tirrenico della Calabria. Le temperature continueranno a essere basse, soprattutto al Nord. Domenica 3 dicembre sono previsti valori notturni ampiamente sotto lo zero. Lunedì dovrebbero scendere ulteriormente, con -6 gradi al Nordovest e sull'Emilia. Da lunedì il meteo dovrebbe essere meno instabile e più soleggiato, salvo alcune piogge di minore entità al Sud e alcuni banchi di nebbia al Nord e al Centro. Temperature massime in ripresa, ma minime ancora sui livelli attuali almeno fino a martedì o mercoledì.

Ponte dell'Immacolata a rischio

Si attende un nuovo peggioramento per il fine settimana lungo dell'Immacolata. Potrebbe infatti tornare una nuova ondata di freddo, proveniente dal Nord Europa, con piogge e nevicate anche a bassa quota nelle regioni del Nord.

Cronaca: i più letti