Ha il tetano la bimba non vaccinata e ricoverata a Torino

Cronaca
Fotogramma-ospedale

Gli esami hanno confermato che la piccola di 7 anni, che non aveva anticorpi, ha contratto la patologia. Dovrà restare in Rianimazione per almeno un mese, mentre non è stato possibile accertare come abbia contratto la malattia

Ha contratto il tetano la bambina di 7 anni ricoverata dallo scorso 7 ottobre all'ospedale infantile Regina Margherita di Torino. "La diagnosi clinica ci ha permesso di stabilire con certezza che si tratta di un caso di tetano", ha spiegato all'Ansa il dottor Giorgio Ivani, primario del reparto di Rianimazione, dove la piccola paziente resta ricoverata. Gli esami hanno inoltre confermato che non era vaccinata.

La piccola resta in Rianimazione

Secondo quanto riferito dai medici, le condizioni della bambina “migliorano molto lentamente e progressivamente". "La letteratura indica un rischio di crisi per almeno trenta giorni – ha spiegato Ivani - Trattandosi di una bambina piccola, che al momento del ricovero presentava sintomi importanti, è quindi necessario resti in Rianimazione, dove può essere tenuta sotto stretto controllo, per almeno un mese benchè sia cosciente e orientata". La Rianimazione del Regina Margherita, ha ricordato il primario, è stata una delle prime in Italia "a consentire ai genitori di assistere i piccoli pazienti giorno e notte". È il caso anche della bimba.

È stata vaccinata

Non è stato possibile accertare il modo in cui la bimba ha contratto la malattia. "Apparentemente la paziente non presenta segni di ferite", ha concluso il dottor Ivani. Come suggerito dagli infettivologi della Città della Salute, e come previsto dalla prassi, la piccola è stata vaccinata. Un vaccino, quello contro il tetano, che è obbligatorio dal 1963 e confermato nel recente decreto Lorenzin. 

Cronaca: i più letti