Sardegna, 5 arresti per corruzione. C'è anche ex sindaco di Quartu

Cronaca
Fotogramma_gdf_finanza

Le persone coinvolte avrebbero pagato una tangente per vincere un appalto da 9,5 milioni di euro per la progettazione e la realizzazione di un impianto in provincia di Nuoro

Cinque persone sono state arrestate per corruzione dagli uomini delle Fiamme gialle del nucleo di polizia tributaria di Cagliari. I coinvolti avrebbero pagato una tangente di circa 90 mila euro, per vincere un appalto da 9,5 milioni per la progettazione e l'esecuzione di un impianto di produzione di energia rinnovabile solare in un'area industriale in provincia di Nuoro.

Arrestato anche l'ex sindaco di Quartu Sant'Elena

Agli arresti domiciliari è finito anche l’ex presidente dell'Ente acque Sardegna, ed ex sindaco di Quartu Sant’Elena, Davide Galantuomo, che avrebbe intascato una parte della tangente. Tra le persone coinvolte nella vicenda, anche un dirigente del consorzio che si è aggiudicato l'appalto e un altro uomo già finito nella maxi inchiesta sugli appalti truccati della procura di Oristano. Ai domiciliari anche l'ex calciatore Renato Copparoni, che è stato il portiere di Cagliari, Torino e Verona. 

Cronaca: i più letti