Terremoto al largo di Ancona: scossa di magnitudo 2.6

Cronaca
terremoto_ancnca_ingv

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha individuato l'epicentro a 10 chilometri di profondità. Il sisma è stato avvertito dalla popolazione ma non si registrano danni

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato una scossa di magnitudo 2.6 a largo di Ancona. L'epicentro è stato individuato a circa 10 chilometri di profondità. Il terremoto si è verificato alle ore 12:59 ed è stato avvertito dalla popolazione. La terra ha iniziato a tremare dopo un boato, ma non si segnalano danni.

Epicentro in mare  

L'epicentro della scossa è stato registrato in mare, a circa sei chilometri dall'abitato di Ancona. Proprio a causa della vicinanza con le prime case, il sisma, pur brevissimo, ha generato apprensione negli abitanti sembrando più forte dell'effettiva magnitudo calcolata dall'Ingv. Tantissime le chiamate ai centralini della polizia. Nel 1972 Ancona fu devastata da un terremoto con epicentro in mare, mentre ancora vivo è il ricordo dello sciame sismico che l'anno scorso ha colpito altre zone delle Marche e del centro Italia. Le altre località dell'epicentro sono Falconara marittima (a 13 km di distanza), Camerano e Offagna.

Le altre scosse della giornata

Nelle stesse ore, l'Ingv ha segnalato altre due scosse di intensità simile: una, di magitudo 2.9, è avvenuta alle ore 10:22 nei pressi di Capitignano, in provincia dell'Aquila. L'altra, di magnitudo 2.8, si è invece verificata a pochi chilometri da Aidone, in provincia di Enna.

Cronaca: i più letti