Guardia di Finanza: in estate sequestrati 22 milioni di prodotti falsi

Cronaca
Getty_Images_operazione_finanza

Tra i risultati del piano di controlli degli ultimi mesi anche la scoperta di 950 commercianti totalmente abusivi e l'emersione di 3mila lavoratori irregolari

Ventunomila operazioni complessive, circa 350 al giorno, 22 milioni di prodotti sequestrati e importanti successi anche in tema di contrasto all'evasione fiscale, al lavoro nero e al gioco d'azzardo. Sono questi alcuni dei risultati più significativi del bilancio del piano di controlli estivi della Guardia di Finanza partito lo scorso luglio a tutela di imprese e consumatori. Sono stati "molti i controlli e le violazioni riscontrate - ha sottolineato il Generale Giorgio Toschi, Comandante della Guardia di Finanza - sono state eseguite azioni per far rifiorire l'economia sana del Paese, spesso compromessa da subdole forme di concorrenza sleale. I dati di miglioramento di settore dimostrano che siamo sulla giusta strada".

Verifiche sulla attività commerciali

I 10mila controlli delle Fiamme Gialle miranti alla tutela delle attività economiche legali hanno fatto emergere l'esistenza di 950 commercianti totalmente abusivi per mancanza delle licenze e dei permessi richiesti. Mentre sono stati 3mila gli esercenti e i venditori che non hanno comunicato l'inizio della propria attività all'amministrazione finanziaria o non hanno installato il registratore di cassa per l'emissione di scontrini e ricevute fiscali pur essendo in possesso delle autorizzazioni richieste.

Casi emblematici

In questo ambito tra i casi più significativi c'è stato quello scoperto in Calabria dai finanzieri della Compagnia di Rossano che hanno sequestrato un'area di 3mila metri quadrati nella zona dell'alveo di un torrente sulla quale era stato allestito in maniera totalmente abusiva uno stabilimento balneare, dotato di cartelli stradali, piscina artificiale creata alterando la conformazione del corso d'acqua, servizio bar, postazione da barbecue, scivoli e altre attrezzature. Interventi che avevano avuto anche un notevole impatto dal punto di visto idrogeologico, in un territorio già duramente colpito in passato da fenomeni alluvionali.

Affitti irregolari

A Sassari, invece, l'attività ispettiva si è concentrata sui proprietari di immobili in Gallura: sono così stati individuati 250 privati, molti dei quali non residenti nella zona, che affittavano appartamenti e ville non dichiarando al Fisco i relativi canoni di locazione percepiti. In generale, nel settore degli affitti, l'attività delle Fiamme Gialle è stata molto intensa, con altri 900 interventi che si sono sommati agli 811 già effettuati nella prima parte del piano. Un ulteriore supplemento d'indagine che ha portato alla scoperta di 450 casi di affitti irregolari, giungendo, quindi, a 920 violazioni totali riscontrate.

Lavoro nero e prodotti contraffatti

Nei mesi estivi le Fiamme Gialle hanno scoperto complessivamente 3mila lavoratori irregolari, dei quali 534 di origine straniera e 54 minori. Si tratta di situazioni illecite che riguardano tutta l'Italia e colpiscono in particolare i settori della ristorazione e dell'agricoltura. Per contrastare la diffusione dei prodotti contraffatti le operazioni sono state invece 3.300 e hanno portato alla denuncia di 1.600 persone e all'emersione di 11 opifici industriali e depositi di stoccaggio destinati a rifornire i venditori abusivi, per un totale di oltre 22 milioni di pezzi sequestrati. A Torino, ad esempio, sono state denunciate otto persone per frode in commercio e ricettazione a causa di 15mila lattine di bevande gassate con marchio contraffatto che venivano vendute per strada da ambulanti.

Carburante, gioco d'azzardo e trasferimenti di denaro

Nei giorni di traffico più intenso legato alle ferie estive i finanzieri hanno controllato 1.700 distributori di carburante, riscontrando 446 violazioni: si è trattato soprattutto di irregolarità sul quantitativo erogato rispetto all'importo pagato dagli utenti; per questo 74 gestori sono stati denunciati e 330mila litri di prodotti petroliferi sequestrati. Nell'ambito della repressione del gioco d'azzardo e delle scommesse clandestine la Fiamme Gialle hanno invece sequestrato 483 apparecchi illegali e 114 punti clandestini di scommessa: nei mille intereventi è stata registrata una percentuale di irregolarità del 28% e il coinvolgimento di 368 persone, 62 delle quali sono state denunciate all'autorità giudiziaria. Infine sono stati tenuti sotto controllo anche i servizi di rimessa di denaro per contrastare quei "circuiti di pagamento alternativi" attraverso i quali possono essere riciclati guadagni illeciti: solo negli ultimi due mesi sono stati infatti 1.200 i money transfer controllati, con 1.500 soggetti identificati.

Cronaca: i più letti