Vigile lento in rilievi incidente, motociclista gli spezza braccio

Cronaca
LaPresse_Municipale_Roma

L'aggressione è avvenuta a Roma. La condanna del sindaco Raggi: "Quanto è successo è intollerabile". I sindacati chiedono più pattuglie di notte

Durante i rilievi per un incidente stradale, accaduto nella notte tra lunedì 28 e martedì 29 agosto in piazza Cavour, nel quartiere Prati di Roma, un motociclista innervosito avrebbe aggredito un agente della polizia locale, rompendogli un braccio. La causa sembrerebbe risiedere nel fatto che il vigile avrebbe impiegato troppo tempo a redigere gli atti.

Aggressore arrestato

 Intorno alle 23 una pattuglia del Gruppo Prati stava completando i rilievi tecnici di un incidente stradale in piazza Cavour quando un giovane sopraggiunto in motorino ha cominciato a fare zig zag tra i 'birilli' sistemati per limitare l'area. Quando uno dei due vigili lo ha ripreso, il ragazzo è sceso e lo ha spinto una prima volta; alla successiva richiesta di documenti, è tornato a spintonarlo, stavolta con violenza, provocandone la caduta e la conseguente frattura. Trasportato in ambulanza all'ospedale Santo Spirito, ha ottenuto una prognosi di 20 giorni. Nel frattempo, altre due pattuglie hanno arrestato l'aggressore.

L'appello dei sindacati

Giancarlo Cosentino, della Cisl FP Roma Capitale e Rieti, ha parlato in una nota di “ennesima aggressione a un agente della polizia locale”. Fatti a suo dire “sempre più frequenti” e per di più avvenuti per motivi apparentemente banali.  “Solo perché - si legge - a dire dell'aggressore, era troppo il tempo con il quale stava redigendo gli atti di un incidente stradale”.

La condanna del sindaco Raggi

Il sindacato ha chiesto inoltre al sindaco di Roma, Virginia Raggi, di promuovere "la costituzione di parte civile di Roma Capitale in tutti i procedimenti penali a carico di chi commette reati di questo tipo". "Quanto successo è intollerabile", è il commento del primo cittadino. Raggi ha parlato di "inaudita violenza, che ha colpito in pieno centro chi compie quotidianamente il proprio servizio a favore della comunità".

Il Sulpl: "Più pattuglie di notte"

La richiesta del sindacato è quella di aumentare il numero delle pattuglie notturne. "Sappiamo che aggiungere pattuglie la notte significa tagliare i servizi del giorno – ha fatto sapere il Sulpl – ma il Comando deve capire che la notte così come è organizzata non risponde più a come era 15-20 anni fa. Se non vogliamo tagliare i servizi di giorno, dobbiamo tagliare qualche servizio di notte per aumentare le pattuglie disponibili, a cominciare dai piantonamenti fissi che si protraggono da anni ormai e che sono diventati la sicurezza esclusiva e privata degli abitanti dei campi nomadi”.


Leggi anche:
  • Londra: tornerà dalla nonna bambina cristiana affidata a musulmani
  • Corea del Nord minaccia gli Usa. Dall'Onu forte condanna al regime
  • Reddito di inclusione: ecco cos'è e come funziona
  • Anno scolastico al via con l’obbligo vaccini: ecco cosa c’è da sapere
  • Cronaca: i più letti