Assalto con kalashnikov a portavalori sull'A12, arrestato commando

Cronaca

Il gruppo è accusato di aver attaccato due furgoni blindati il 30 settembre del 2016, sull’autostrada A12 nei pressi di Pisa. Uno dei due mezzi conteneva circa 6 milioni di euro

Otto persone sono state arrestate tra Toscana e Puglia perché sospettate di essere i membri del commando che il 30 settembre 2016 ha assaltato due furgoni portavalori sull’autostrada A12, vicino a Pisa.
I coinvolti dall’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Pisa, sono accusati di tentata rapina, porto abusivo d’arma da fuoco, ricettazione e riciclaggio. Anche altri sono indagati a piede libero per gli stessi reati.

L’assalto ai portavalori

Il 30 settembre, sull’A12, il gruppo – fingendo l’appartenenza alle forze dell’ordine – avrebbe prima bloccato l’autostrada, e poi assaltato due furgoni portavalori: armati di kalashnikov e fucili a pompa, avevano ingaggiato un violento conflitto a fuoco con gli autisti. Uno dei due mezzi conteneva circa 6 milioni di euro.

Un altro furgone

Le indagini della procura di Pisa hanno permesso di raccogliere indizi che proverebbero il coinvolgimento del commando anche in un altro assalto, avvenuto nel 2015 sull’autostrada A14 nei pressi di Ancona: anche in quel caso l'obiettivo era un furgone portavalori.

Cronaca: i più letti