Brasile, la schiusa di migliaia di uova di tartarughe marine. VIDEO

Ambiente

Migliaia di piccole testuggini stanno emergendo dalle loro uova per tuffarsi nel fiume Guaporé. Si tratta della più grande aggreggazione di tartarughe al mondo

Sono migliaia le tartarughe giganti sudamericane che recentemente sono emerse dalle spiagge di nidificazione lungo il fiume Guaporé lungo il confine tra Brasile e Bolivia. È quanto ha mostrato in alcuni video la Wildlife Conservation Society (WCS), la fondazione statunitense per la salvaguardia della vita naturale. 

La nidificazione e la schiusa annuale di questa specie lungo i banchi di sabbia in questa regione del bacino amazzonico occidentale è considerata la più grande singola aggregazione di tartarughe del pianeta.

A partire dalla fine di settembre, circa 80.000 tartarughe femmine adulte si radunano su queste spiagge di nidificazione locali per scavare nidi e deporre le uova.

Il filmato, realizzato dal partner per la conservazione di WCS, Ecovale, mostra spiagge brulicanti di tartarughine mentre emergono dalla sabbia, quindi si riuniscono lungo i banchi di sabbia prima di disperdersi nel fiume.

Una specie da proteggere

vedi anche

Dugongo estinto in Cina: nessun esemplare avvistato dal 2008

Può arrivare a pesare fino a 90 kg e raggiungere 1 m di lunghezza e con questi numeri, la tartaruga gigante del fiume sudamericano è la più grande tartaruga d'acqua dolce dell'America Latina.

Le tartarughe svolgono un importante ruolo ecologico disperdendo semi che alla fine aiutano a rigenerare la vegetazione lungo i corridoi fluviali. Inoltre, forniscono un contributo significativo alla rete alimentare del fiume.

WCS sta unendo gli sforzi dei suoi programmi nazionali per sviluppare una spinta multinazionale coordinata per conservare questa popolazione. "Il progetto richiede un approccio comunitario", ha affermato German Forero-Medina, direttore scientifico di WCS Colombia. "WCS lavora con orgoglio con partner locali con un interesse diretto a garantire che questa specie faccia parte del loro patrimonio naturale ."

I collaboratori stanno infatti proteggendo le uova dai bracconieri, conducendo un censimento delle femmine nidificanti e raccogliendo dati che aiuteranno a definire un piano di conservazione per la specie, che include la creazione di un'area protetta per salvaguardare la specie in modo permanente.

Ambiente: I più letti