Pakistan, rimesse in mare centinaia di tartarughe verdi. VIDEO

Ambiente

Quest’anno la deposizione delle uova era stata messa a rischio dai temporali e dall’erosione delle coste. Il dipartimento per la tutela della fauna le ha prese in carico e monitorate in una struttura ad hoc fino alla schiusura

Centinaia di tartarughe marine verdi sono state liberate nel Mar Arabico dalle autorità del Pakistan preposte alla tutela della fauna, nel contesto di iniziative per la conservazione della specie che durano da decenni. La deposizione delle uova quest'anno era stata messa a rischio dai fenomeni atmosferici. Ad assistere al rilascio in acqua degli animali, sulla spiaggia di Hawksbay a Karachi, erano presenti anche Bilawal Bhutto Zardari, figlio della ex prima ministra di Islamabad Benazir Bhutto, e la sorella Bakhtawar. Le neonate tartarughe marine possono ora sperare di vivere fino a un centinaio di anni.

Le uova messe a rischio dai temporali

Il Wildlife Department della provincia pakistana di Sindh ha spiegato che ogni anno, tra ottobre e novembre, le tartarughe verdi arrivano sulle spiagge di Hawksbay e Sandspit per deporre le uova nella sabbia. Le autorità del dipartimento hanno monitorato le uova finché non si sono schiuse, tra i 40 e i 60 giorni dopo, in una struttura preposta. Dopodiché le hanno riportate sulla battigia per rilasciarle nel Mar Arabico. Quest’anno la deposizione delle uova da parte della specie è stata resa difficoltosa dalle recenti perturbazioni nell’area: la marea ha eroso la spiaggia in alcuni punti dove le tartarughe erano solite deporre le uova.

Ambiente: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24