Il 2018 è l’anno più caldo in Italia dal 1800: +1,5 gradi

Ambiente
caldo_ansa

Lo dimostrano i dati di Isac-Cnr, l’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima, relativi ai primi 9 mesi dell’anno. Record per il mese di aprile, che ha segnato un’anomalia di 3,49 gradi rispetto al periodo di riferimento (1971-2000)

Al 30 settembre di quest'anno, il 2018 è l'anno più caldo per l'Italia dal 1800, cioè da quando sono iniziate le rilevazioni: la temperatura è stata infatti superiore di 1,53 gradi rispetto alla media. Lo dimostrano i dati Isac-Cnr, l’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima, relativi alle temperature registrate nella penisola nei primi nove mesi dell'anno. "Tra questi primi nove mesi - precisa Michele Brunetti, climatologo Isac-Cnr, autore dell'analisi - sono da segnalare in particolare aprile, che ha fatto segnare il record dell'aprile più caldo in assoluto, e gennaio, secondo più caldo di sempre".

Ad aprile anomalia di +3,49 gradi

"A partire da gennaio e fino a settembre - spiega Brunetti - il 2018 risulta essere l'anno più caldo dal 1800 ad oggi, cioè da quando abbiamo osservazioni sull'Italia. L'anomalia è di 1,53 gradi in più rispetto al trentennio di riferimento (1971-2000)". "In particolare aprile 2018, sulla base dei dati che abbiamo a disposizione ad oggi, risulta essere - spiega ancora il ricercatore - l'aprile più caldo in assoluto tra tutti i mesi di aprile osservati dal 1800 ad oggi, con una anomalia di +3,49 gradi rispetto al periodo di riferimento". "Ovviamente - conclude - i dati si aggiornano di mese in mese e, per dire con certezza se il 2018 è stato per l'Italia l'anno più caldo di sempre, bisognerà aspettare la fine dell'anno".

Ambiente: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.