Gli ultimi arrivati al Safari di Ravenna sono due cuccioli di tigre

I tigrotti Rey ed Ethan (foto: profilo Facebook Safari Ravenna)
2' di lettura

Si chiamano Rey ed Ethan e sono stati messi al mondo circa due mesi fa da mamma Nuvola, che ha già avuto quattro tigrotti tra il 2013 e il 2017

Il Safari di Ravenna ha nuovi piccoli ospiti: si tratta di due cuccioli di tigre partoriti circa due mesi fa da mamma Nuvola. Si chiamano Rey ed Ethan e saranno visibili ai visitatori del parco nel corso di questo 2018, non appena le condizioni verranno giudicate ottimali. Nuvola aveva già dato alla luce nel 2013 Sandra e Thor e nel 2017 Conan e Shiba.

Fase di allattamento

Diversamente da quanto accaduto con i cuccioli nati nel 2017, mamma Nuvola non si starebbe sottraendo all'allattamento con i due nuovi arrivati. Questo è un aspetto fondamentale nella fase di crescita. Già un mese dopo la nascita, i piccoli Rey e Eathan avevano dimensioni paragonabili a quelle di Conan e Shiba a circa 3 mesi. Ciò sarebbe dovuto, secondo il team di veterinari che li sta seguendo, al latte materno che resta l'alimento più completo e indicato, rispetto al latte artificiale con cui erano stati nutriti Conan e Shiba. Gli esperti hanno spiegato che il diverso atteggiamento della madre nei confronti dei propri cuccioli dipenderebbe da fattori stagionali: le nascite avvenute durante i mesi più caldi portano ad una maggiore disattenzione da parte della mamma che trascorre molte ore all’aperto e non si dedica ai cuccioli. Nei mesi più freddi, durante i quali si trascorrono più ore negli appositi ricoveri riscaldati, il comportamento della madre cambia.

Specie a rischio

La nascita di nuovi esemplari è considerato un evento fondamentale nella tutela di una specie a rischio estinzione. Nel corso del ventesimo secolo si sono del tutto estinte la tigre del Caspio, la tigre di Giava e la tigre di Bali. Nel 2010, secondo un primo censimento svolto in India, Russia, Nepal, Bangladesh e Bhutan, risultavano esserci soltanto 3200 tigri in natura, oltre il 97% in meno rispetto alla fine del secolo scorso. Nel 2016, però, la situazione sarebbe migliorata: il numero globale di tigri, che non registrava un incremento da oltre cento anni, è cresciuto arrivando a 3890. Tra le ragioni di questo aumento ci sarebbero  le politiche mirate alla conservazione attuate in giardini zoologici o in contesti di cattività.

Leggi tutto
Prossimo articolo