Novità da WhatsApp, al via la funzione "Status": ecco di che si tratta

WhatsApp è l'app di messaggistica istantanea più diffusa al mondo (Getty Images)
1' di lettura

Dal 22 febbraio sulla famosa app di messaggistica istantanea è possibile condividere foto, integrabili con adesivi, che per 24 ore faranno sapere ai contatti il nostro stato d'animo



WhatsApp, la più diffusa app di messaggistica istantanea, ha aggiunto una nuova opzione per condividere con i propri contatti fotografie e gif, corredate da adesivi, disegni ed emoji che si autocancellano dopo poche ore. Una funzione simile a quella che ha fatto la fortuna di Snapchat.

 

Un ritorno alle origini –  La nuova funzione è disponibile a partire dal 22 febbraio e arriva a otto anni dal lancio dell'app di messaggistica, avvenuto il 24 febbraio del 2009. "Da ora è possibile rispondere privatamente ai propri amici e controllare chi vede gli aggiornamenti di stato personali - spiegano da Whatsapp - . Tutti gli aggiornamenti scompariranno dopo 24 ore. E così come accade per gli altri messaggi è possibile applicare la funzione 'silenzioso' quando si preferisce".

Anche se WhatsApp, di proprietà di Facebook, è diventata celebre soprattutto nella veste di chat istantanea, il suo scopo iniziale era un altro.“L'idea originale su cui si basava il progetto”, spiega il post ufficiale che annuncia la novità, “era quella di creare un'applicazione che permettesse di far sapere agli amici quello che si stava facendo. Tutto ciò, mesi prima che aggiungessimo le funzionalità di messaggistica”. La possibilità di far sapere ai propri contatti se si è “diponibili”, “in palestra” o “a scuola”, non è mai stata rimossa dalla app, ma è sempre rimasta una funzione di solo testo, precisa il comunicato dell'azienda. 

 

Sulla scia di Snapchat – Gli aggiornamenti di stato “visuali” sono una replica più o meno fedele delle Snapchat Stories, e secondo alcuni sarebbero in grado di minacciare la popolarità dell'app di Evan Spiegel, che si accinge a quotarsi in borsa. WhatsApp del resto ha dalla sua già 1,2 miliardi di utenti mensili, e 60 miliardi di messaggi inviati ogni giorno, compresi 3,3 miliardi di foto. Anche Instagram aveva già lanciato una funzione simile alle Stories di Snapchat con grande successo. Lo stesso ha fatto pochi giorni fa anche Facebook.

Leggi tutto