A Genova arrivano i capolavori di Amedeo Modigliani. FOTO

Al via nel capoluogo ligure una mostra dedicata al grande pittore livornese. Sessanta opere, tra dipinti e disegni, per illustrare il percorso creativo dell'artista. Fino al 16 luglio nell’appartamento del Doge di Palazzo Ducale. LA GALLERY 

  • Nella splendida cornice dell’appartamento del Doge di Palazzo Ducale a Genova al via la mostra “Modigliani” dedicata al grande artista italiano. Una rassegna composta da sessanta capolavori, tra dipinti e disegni, provenienti da importanti musei di tutto il mondo. Nella foto: Amedeo Modigliani, "Grande nudo disteso (Ritratto di Celine Howard)", 1918. Svizzera, collezione privata (foto Mondo mostre) - Da Picasso a Kandinsky: le mostre in arrivo nel 2017
  • Le opere esposte arrivano dal Musée de l’Orangerie, dal Musée national Picasso di Parigi, dal Koninklijk Museum Voor Schone Kunsten di Anversa, dal Fitzwilliam Museum di Cambridge, dalla Pinacoteca di Brera e da prestigiose collezioni private europee e americane. Nella foto: Amedeo Modigliani, "Ritratto di Chaim Soutine", 1917. Collezione privata (foto Mondo mostre) - Il sito ufficiale della mostra
  • La mostra, organizzata e prodotta da Palazzo Ducale - Fondazione per la cultura e da Mondo mostre skira, rivolge particolare attenzione all’aspetto centrale della sua ricerca artistica, ovvero la sua predilezione per il ritratto. Nella foto: Amedeo Modigliani, "Ritratto di Maria", 1918. Stati Uniti, collezione privata (foto Mondo mostre) - Il sito di Mondo mostre
  • Numerosi sono i dipinti che Modigliani dedica a occasionali modelle, ma anche ad amici e compagni d’avventura, protagonisti anch’essi della vita culturale parigina d’inizio '900, tra Montmartre e Montparnasse. Non mancano nemmeno le nature morte. Nella foto: Amedeo Modigliani e Moise Kisling, "Natura morta con ritratto di M. Kisling dipinto da Modigliani", 1918. Israele, collezione privata (foto Mondo mostre) - Quadro di Modigliani venduto per 170 milioni di dollari
  • Attraverso i suoi dipinti Modigliani testimonia l’effervescenza dell’ambiente artistico e culturale parigino di quegli anni, dove convivono e si incontrano grandi personalità come Paul Alexandre, Max Jacob, Jean Cocteau, Guillaume Apollinaire, Diego Rivera e Pablo Picasso. Tutti protagonisti di una stagione di rinnovamento della pittura. Nella foto: Amedeo Modigliani, "Testa di Hanka Sborowska", 1917. Collezione privata (foto Mondo mostre) - Foto, quadri e sculture: giro d'Italia all'insegna dell'arte
  • Amedeo Modigliani viene ricordato per una pittura di qualità estrema, introversa, introspettiva, votata al ritratto che rappresenta indubbiamente l’elemento privilegiato attraverso il quale evidenziare la cifra stilistica dell'artista. Nella foto: Amedeo Modigliani, "Ritratto femminile", 1917. Collezione privata (foto Mondo mostre) - Furto d'arte a Parigi: scomparsi un Picasso e un Modigliani
  • La ricerca di Modigliani fu introdotta da uno strettissimo rapporto psicologico con il soggetto per poi avviarsi progressivamente verso una purezza e un’eleganza formale assolute. I suoi modelli preferiti furono i colleghi pittori, i letterati e gli intellettuali, gli amici più intimi, le persone che condivisero il suo mondo. Nella foto: Amedeo Modigliani, "Ragazza con capelli neri", detta anche "Ragazza bruna seduta", 1918. Parigi, Musée national Picasso (foto René‐Gabriel Ojéda) - Elliott Erwitt “a colori” in mostra a Genova. FOTO
  • Grande e appassionato anche l’interesse di Modigliani per le figure femminili. Numerose sono le anonime modelle che, scovate nei caffè parigini o incontrate per strada e ammaliate dal suo fascino di seduttore, posano per lui. Ma anche presenze importanti nella sua vita sentimentale e di intellettuale come la giornalista inglese Beatrice Hastings. Nella foto: Amedeo Modigliani, "La giovane Lolotte", 1918. Europa, collezione privata (foto Mondo mostre) - Se l'amore ispira la creatività: su Sky Arte arriva "Artists in love"
  • La sua prima esposizione personale alla Galleria Berthe Weill nel 1917 è uno scandalo: chiude prima di iniziare perché la polizia e il pubblico si sentono oltraggiati da quei nudi sensuali. In mostra a Palazzo Ducale si possono ammirare "Nudo accovacciato" del Museo di Anversa, eccezionalmente prestato per l’occasione, e "Nudo disteso (Ritratto di Celine Howard)". Nella foto: Amedeo Modigliani, "Nudo accovacciato", 1917. Anversa, Koninklijk museum Voor Schone Kunsten (foto Hugo Maertens) - Da Picasso a Kandinsky: le mostre in arrivo nel 2017
  • I capolavori di Modigliani saranno esposti a Genova fino al 16 luglio. Nella foto: Amedeo Modigliani, "Giovane con i capelli rossi" o "Lo studente", 1919. Concessione di Richard Delh, Kad gallery (foto Mondo mostre) - Da Modigliani a Mirò, in mostra il corpo della seduzione