Andy Warhol, 30 fa moriva il padre della pop art. FOTO

Il 22 febbraio del 1987 si spegneva a 59 anni uno dei protagonisti dell’arte del Novecento. Lavorò anche come produttore cinematografico e attore. La maggior parte delle sue opere è conservata al Museo di arte moderna di New York. LA FOTOGALLERY

  • ©LaPresse
    Andy Warhol, padre della pop art, è morto all’età di 58 anni, il 22 febbraio del 1987 a New York. Nato il 6 agosto del 1928 a Pittsburgh in Pennsylvania, frequentò il Carnegie Institute of Technology e si occupò nella sua carriera, di pittura, scultura e fotografia, ma lavorò anche come produttore cinematografico e attore. La sua figura ha influenzato profondamente l’arte del Novecento. Le sue opere sono conservate per la maggior parte al Moma di New York – Londra, Andy Warhol in mostra al British Museum
  • ©Getty Images
    Andy Warhol nacque il 6 agosto del 1928 da due immigrati slovacchi: Ondrej Varchola (che cambiò il proprio nome in Andrew Warhol) e Júlia Justína Zavacká. Dopo gli studi in arte pubblicitaria al Carnegie Institute of Technology (oggi Carnegie Mellon University), si trasferì a New York dove cominciò a far conoscere il suo genio a tutto il mondo – La Carnegie Mellon University
  • ©LaPresse
    Il 3 giugno del 1968 subì un grave agguato da una femminista radicale, Valerie Solanas, che sparò a lui e al suo compagno Mario Amaya. Entrambi, però, riuscirono a sopravvivere nonostante le gravi ferite riportate. Warhol, dopo quell’episodio, ridusse drasticamente le sue uscite in pubblico – La biografia di Andy Warhol
  • ©LaPresse
    Una delle attività principali di Warhol fu la pittura. La sua tecnica consisteva nella riproduzione seriale della medesima immagine, alternando solo i colori. Tra i dipinti più famosi, c’è sicuramente il ritratto di Marilyn Monroe – Venduto per 4,8 milioni di dollari uno dei vestiti di Marilyn Monroe
  • ©Getty Images
    Warhol, con le sue opere, contribuì a diffondere la pop art nel mondo, facendo anche degli scaffali di un supermercato una forma d’arte da esporre all’interno di un museo. Ne sono un esempio i barattoli di zuppa Campbell, esposti nella foto alla National Gallery di Edimburgo in Scozia – Da Picasso a Warhol, il Pecci di Prato riapre con "La fine del mondo"
  • ©Getty Images
    Warhol ha dipinto diversi personaggi celebri. Alcune di queste opere sono diventate delle icone della sua arte: da Mao Zedong a Ernesto "Che" Guevara, per citare i più famosi. Nella foto l’artista statunitense è con Helmut Schmidt, cancelliere della Repubblica federale tedesca dal 1974 al 1982 – Le opere di Warhol in esposizione al British Museum di Londra
  • ©Getty Images
    Tra i soggetti di Warhol anche esponenti di diverse case reali tra cui Elisabetta II del Regno Unito, Margherita II di Danimarca, Beatrice dei Paesi Bassi, la principessa Diana Spencer e la principessa iraniana Farah Ashraf Pahlavi in uno dei suoi ultimi lavori: “Princess of Iran” (nella foto) – Andy Warhol e Jean-Michel Basquiat, davanti all’obiettivo
  • ©LaPresse
    Nella sua carriera artistica, c’è stato anche un forte interesse per la cinematografia, già a partire dai primi anni Sessanta. La tecnica dello screen test occupa un posto importante nella sua produzione: si tratta di film ritratti di personaggi ripresi con camera fissa su fondo nero. Ai soggetti veniva chiesto durante i provini di non muoversi e fissare l’obiettivo senza sbattere nemmeno le palpebre – Il male di Andy Warhol - La scheda di Sky Cinema
  • ©LaPresse
    Warhol ha mostrato interesse per il mondo della musica sostenendo gruppi come i Velvet Underground con Lou Reed. Ha collaborato anche con Loredana Bertè dirigendo il videoclip girato a New York per la canzone “Movie” dell’album “Made in Italy”, pubblicato nel 1981 – Le opere di Warhol al Moma di New York
  • ©LaPresse
    Il 23 luglio del 1985, Warhol fece da testimonial per l’Amiga 1000, il nuovo computer della Commodore. Sempre negli stessi anni, la sua avventura con il mondo della pubblicità proseguì quando prestò la propria immagine per la rivista Vogue America – Dopo l’asta record, arriva un film su Brillo Box di Warhol
  • ©LaPresse
    Warhol morì a 58 anni il 22 febbraio del 1987, a seguito di un’operazione alla cistifellea, nella città che lo fece conoscere al mondo: New York - Ricordando Andy Warhol, leader della pop art