"Jumanji", online il primo trailer del remake

Jumanji welcome to the jungle trailer
Uno screenshot dal primo trailer ufficiale di "Jumanji: welcome to the jungle" (Columbia Pictures/Sony)

"Welcome to the jungle" è il sequel del classico del 1995, interpretato da Robin Williams. Fra i protagonisti The Rock, Jack Black e Karen Gillan

La Columbia Pictures ha pubblicato oggi il primo trailer ufficiale di "Jumanji: welcome to the jungle", l'atteso remake del classico fantasy anni Novanta portato al successo da Robin Williams. Il film, interpretato da Dwayne "The Rock" Johnson, Jack Black, Karen Gillan, Nick Jonas e Kevin Hart uscirà nelle sale poco prima del Natale 2017.

La trama

A metà fra il remake e il sequel, "Jumanji: welcome to the jungle" reinterpreta gli elementi del film del 1995 in chiave più moderna. Quattro ragazzi ritrovano per caso una vecchia console, con un videogioco di cui non hanno mai sentito parlare: "Jumanji", appunto. Come nella pellicola originale, vengono catapultati nella giungla che fa da ambientazione al videogame. Qui si trasformano negli avatar che avevano scelto per giocare, interpretati appunto da The Rock, Kevin Hart, Jack Black e Karen Gillan. Il gioco, ovviamente, è pericolosissimo e richiede di affrontare prove diverse per sopravvivere e tornare al mondo reale senza rimanere bloccati per sempre nella realtà virtuale. Esplicito anche nell'intreccio il riferimento alle imprese di Alan Parrish, il protagonista interpretato da Robin Williams nel primo film. "Welcome to the jungle" sarà in sala il 20 dicembre prossimo.

Il film del '95

Uscito in occasione del Natale 1995, "Jumanji" era tratto dall'omonimo libro scritto da Chris Van Allsburg nel 1981. Raccontava le avventure di Alan (Robin Williams), rimasto intrappolato nel magico gioco da tavolo a 12 anni e diventato adulto al suo interno, prima di essere liberato quasi per caso da due ragazzini 26 anni più tardi. Per rimettere tutto a posto Alan, Peter e Judy (intepretata da una giovanissima Kirsten Dunst) devono ritrovare Sarah - la bambina che stava giocando con Alan nel 1969 - e riprendere la partita. Impresa che, ovviamente, scatena una serie di conseguenze spettacolari e ingestibili nel mondo reale. Un'avventura fantastica e divertente che sorprese tutti, incassando 262 milioni di dollari in tutto il mondo.

TAG: