"Selfie" di Andy Warhol venduto all'asta per 6 milioni di sterline

"Self Portrait", il selfie di Andy Warhol
"Self Portrait", il selfie di Andy Warhol (Getty Images)

L'opera, un autoscatto dell'artista, appare da Sotheby's per la prima volta dopo 30 anni dalla morte del fondatore dello Studio 54. Nella stessa giornata il lotto Contemporary ha fatto guadagnare alla casa d'aste 62,3 milioni di sterline

Andy Warhol trionfa nella sessione estiva di Sotheby's. Il primo selfie dell'artista è stato battuto per 6 milioni di sterline. L'opera è stata venduta nel lotto Contemporary, che comprendeva anche pezzi di Basquiat, Lucio Fontana e Cecily Brown. Per questo evento la casa d'aste londinese ha incassato in totale 62,3 milioni di sterline.

Il selfie di Andy Warhol

"Self Portrait", messa all'asta a 30 anni dalla morte dell'artista, è una stampa basata su una fotografia scattata a New York, con l'aiuto di una macchina per le fototessere. Il lavoro è datato 1963 ed è ritenuta la pietra miliare del lavoro di Warhol sulla propria immagine personale. Occhiali scuri, camicia, cravatta e impermeabile creano gli elementi di base per una foto di appena 50,5x40,4 cm. Fino al 1978 è rimasta in possesso di Warhol, per poi essere rivenduta nel 1985 a un collezionista rimasto anonimo. Il selfie dell'artista americano venduto per 6 milioni di sterline (quasi 6,8 milioni di euro), fa parte di una serie di 9 autoritratti. "Nell'era di Instagram la profezia di Warhol secondo la quale nel futuro tutti saranno famosi in tutto il mondo per 15 minuti non è mai sembrata così profetica - si legge in una nota della casa d'aste -. Questo lavoro di immensa importanza storico-artistica è lo spartiacque attraverso il quale Warhol ha raggiunto i grandi autoritrattisti".

Nuovo successo all'asta per Basquiat

Tra agli artisti contemporanei e del periodo del secondo dopoguerra, messi all'asta da Sotheby's, c'è anche un lavoro di Basquiat - "Picasso Nero" venduto dopo 39 rilanci per 6,5 milioni di sterline (7,4 milioni di euro). Andy Warhol e Jean Michel Basquiat erano amici nel lavoro e nella vita, tanto che il terzo lavoro venduto per la cifra più alta in questa audizione è frutto di una collaborazione tra i due. L'opera, “SweetPungent”, era nelle mani di Tommy Hilfiger ed è stata venduta per 4,4 milioni di sterline (quasi 5 milioni di euro). Sempre battuto da Sotheby's a maggio un'opera di Basquiat era stata venduta per la cifra record di 110,5 milioni di dollari (96,8 milioni di euro).

Gli altri lotti

Insieme con Warhol e Basquiat sono stati venduti anche lavori di Cecily Brown, per cui è stato registrato un nuovo record. La sua opera "La ragazza che aveva tutto" è stato venduto per 1,9 milioni di sterline (2,2 milioni di euro), battendo il primato conquistato da Christie's per la vendita della sua precedente opera "The sick leaves", venduto per 1,8 milioni di sterline (2 milioni di euro). Altri sedici lotti sono stati venduti per oltre 1 milione di sterline, sette oltre i 3. Tra le opere anche lavori di artisti italiani. "Concetto spaziale" di Lucio Fontana è stato venduto per 2,2 milioni di sterline (2,5 milioni di euro), triplicando la sua stima più bassa, mentre un suo taglio su rosso si è fermato a 1,1 milione di sterline (1,2 milioni di euro). "Superficie rosa" di Enrico Castellani è stato venduto per 428,750 sterline (487.073 milioni di euro).

TAG: