Treviso in musica, a fine agosto torna l'Home Festival

Una foto del main stage della scorsa edizione dell'Home Festival (Foto: Home Festival)
3' di lettura

La città veneta sarà la capitale dei concerti europei per quattro giorni: dal 30 agosto al 3 settembre in scena, tra gli altri, i Duran Duran e Liam Gallagher

Duran Duran, Liam Gallagher, Justice, J-Ax & Fedez. Sono solo alcuni dei 200 artisti che dal 30 agosto al 3 settembre suoneranno all'Home Festival di Treviso.

I numeri dell'Home Festival

Il programma dell'Home Festival (o HF), giunto all'ottava edizione, è stato presentato mercoledì a Venezia. E sarà proprio la città lagunare, oltre ai grandi artisti, a fare da richiamo ai turisti provenienti da tutta Europa. A conforto i numeri degli spettatori delle passate edizioni: in crescendo dai 27mila della prima fino al traguardo (superato) dei 100mila del 2013, l'ultima in cui l'ingresso era gratuito; poi 70mila nel 2014, 80mila nel 2015 e 88mila nel 2016. Il tutto in un'area di circa 95mila metri quadrati con otto palchi a disposizione di artisti internazionali come i Duran Duran, Liam Gallagher – nella sua veste da solista – i Justice, The Wailers (il gruppo di Bob Marley) e Moderat, o italiani come J-Ax&Fedez, Mannarino, Afterhours e Samuel.

"Edizione da record"

In totale, in cinque giorni (qui il programma completo) si alterneranno 160 tra live show e dj set, presentazioni di libri e dibattiti culturali con il coinvolgimento di circa 500 volontari. A detta degli organizzatori, questa "sarà l’edizione che infrangerà tutti i record". Sono attesi infatti turisti da oltre venti diverse nazioni, che potranno essere accolti nello spazio camping Home Garden, vicinissimo alla sede del festival: il palco principale è raggiungibile a piedi. Mercoledì 30 agosto, data di debutto dell'Home Festival, l'ingresso sarà gratuito. Dal 31 agosto scenderanno in campo i pezzi grossi, cominciando dai Duran Duran, simbolo della New Wave anni Ottanta.  


 

Acqua gratis per tutti e token

Tante le novità, anche a livello organizzativo. Su tutte, l'acqua gratuita grazie a diversi punti di approvvigionamento e la formula dei token (la "moneta" del festival) rimborsabili. Sul fronte della sicurezza, ci saranno metal detector e macchinari a raggi X all'ingresso, oltre a centinaia di addetti e videocamere che sorvegliano l'intera area. l'Home Festival quest'anno si è aggiudicato il premio come "Miglior Festival" ai Coca Cola – Onstage Awards 2017. I biglietti per il singolo giorno costano 35 euro (più diritti di prevendita), l’abbonamento 110 euro.

L'indotto economico

Secondo i risultati delle ricerche elaborate dal Ciset, il Centro internazionale di studi sull'economia turistica di Ca' Foscari, per ogni euro investito nell’organizzazione di un evento culturale, il territorio riesce a guadagnare da dieci a quindici euro di spesa dei visitatori, dei quali almeno cinque rimangono in loco. Il turismo artistico (e musicale), dunque, è un volano per la crescita. Anche perché – sempre secondo gli studi – almeno il 20% di chi partecipa agli eventi culturali torna poi nella stessa zona negli anni successivi.

Leggi tutto