Napoli, a maggio il primo Festival di Sky Arte

Dal 5 al 7 maggio il capoluogo campano ospiterà incontri, mostre, proiezioni, concerti e anteprime con protagonisti italiani e internazionali. Un modo per celebrare tutte le espressioni artistiche che da quattro anni sono l'anima del canale

Napoli, una delle città più ricche di arte e storia al mondo, sarà la cornice per la prima edizione del Festival di Sky Arte, che si terrà nel capoluogo campano dal 5 al 7 maggio. Teatro, musica, arte classica e contemporanea, fotografia e street art saranno i protagonisti di una tre giorni dedicata all’arte in tutte le sue forme. Un’occasione per assistere gratuitamente a mostre, concerti ed esposizioni che hanno l’obiettivo di celebrare le discipline che, da quattro anni, Sky racconta sul suo canale tematico. Quartier generale del Festival sarà Villa Pignatelli, uno dei più significativi esempi di architettura neoclassica della città partenopea, che ospiterà dibattiti, proiezioni e workshop.

 

Rigenerazione – Organizzato in collaborazione con il Comune di Napoli, il Festival di Sky Arte sarà incentrato sul tema della “rigenerazione” e avrà l’obiettivo di sviluppare l’idea della rinascita delle arti e della creatività. Una “missione” a cui il canale tematico presta molta attenzione fin dalla sua nascita e che prenderà forma proprio a Napoli, da sempre tra i luoghi più vivaci, creativi e capaci di coniugare innovazione e tradizione.

 

Per i giovani e il loro futuro – Durante la manifestazione sarà presentata anche Sky Academy, un insieme di iniziative che, attraverso il potere comunicativo della tv e della creatività, si propongono di aiutare le nuove generazioni a esprimere il proprio potenziale. Alcuni di questi progetti prenderanno forma nei tre giorni del Festival mettendo a disposizione di bambini e ragazzi workshop e incontri per stimolare la creatività.

 

Gli eventi – Il Festival avrà diverse “case” tra cui: il museo Madre, che ospiterà l’evento inaugurale della manifestazione, le Gallerie d’Italia - Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale e culturale di Intesa Sanpaolo a Napoli, e il rione Sanità. Per l’occasione diventeranno teatri d’eccezione anche la Basilica di San Gennaro Extra Moenia e la Basilica di Santa Maria della Sanità che ospiteranno varie pièce e il concerto di un grande musicista italiano. Grandi spettacoli a cui si potrà assistere gratuitamente su prenotazione fino ad esaurimento posti.

TAG: