Oprah non esclude la candidatura per le elezioni americane del 2020

Oprah Winfrey (Getty Images)
1' di lettura

La conduttrice statunitense, dopo aver ripetutamente smentito l’ipotesi, si è mostrata possibilista in una recente intervista. E il popolo del web le ha già dato il suo sostegno

Una donna afroamericana potrebbe correre per la Casa Bianca nel 2020. Non si tratta di Michelle Obama, ma di Oprah Winfrey. La più famosa conduttrice della tv americana, infatti, ha parlato della sua potenziale candidatura alle prossime elezioni presidenziali in un’intervista rilasciata a Bloomberg tv.

 

L’annuncio - Quando in passato le era stato chiesto se ci fosse qualche possibilità di vederla candidata, la Winfrey aveva sempre risposto di no, ma l’inesperienza dell’attuale presidente Trump sembrerebbe averle fatto cambiare idea. Incalzata dal conduttore David Rubenstein, che ha sottolineato come per guidare il Paese non ci sia bisogno di alcuna esperienza politica, la signora della tv americana ha spiegato: "In effetti, pensavo di non essere abbastanza qualificata per il ruolo, ma ci sto ripensando". Nella stessa intervista, Oprah non ha risparmiato frecciatine all’attuale capo di Stato, chiedendo al pubblico: "Vi piace questo Paese? Ok. Volete la democrazia o un demagogo?".

 

La risposta dei social – Il popolo del web ha immediatamente fatto sentire il proprio sostegno alla Winfrey lanciando su twitter gli hashtag #oprahforpresident e #oprah2020. In molti hanno allegato ai propri messaggi di incoraggiamento una serie di immagini con ipotetici slogan presidenziali

 

Un’icona democratica – Oltre a essere una delle personalità più influenti dello show business americano, Oprah Winfrey è una sostenitrice del partito democratico; e spesso è scesa in campo per appoggiare pubblicamente alcuni dei candidati alla Casa Bianca. Nel 2008 si schierò dalla parte di Barack Obama sin dalle primarie del partito democratico, e nel 2016 ha dato il suo endorsement a Hillary Clinton. Consapevole della grande influenza esercitata dalla conduttrice americana sugli elettori, lo stesso Trump aveva spiegato due anni fa che gli sarebbe piaciuto averla nella sua squadra in vista delle elezioni. Tra quattro anni, invece, potrebbe ritrovarla avversaria.

Leggi tutto