Oscar con gaffe: busta sbagliata, vince Moonlight. Aperta inchiesta

“Moonlight” è a sorpresa il miglior film dell’89esima edizione degli Academy Awards. Prima, un clamoroso errore di Warren Beatty, che aveva erroneamente annunciato la vittoria di “La la land”. Il film di Chazelle porta comunque a casa 6 statuette. Premiati i due truccatori italiani di “Suicide squad”. Lo speciale di Sky Cinema - FOTOGALLERY

Un finale al cardiopalma per l’89esima edizione degli Academy awards. “La la land” viene annunciato come Miglior film ma pochi minuti dopo, quando ormai il cast della pellicola è già sul palco, arriva la smentita: il vincitore è “Moonlight”. Warren Beatty, chiamato a presentare il premio più importante della serata, aveva tra le mani la busta sbagliata (CRONACA DI UNA GAFFELE REAZIONI E L'IRONIA SUI SOCIAL). La PriceWaterhouseCoopers, la società incaricata della consegna degli Oscar, si è scusata per "l'errore" e ha annunciato un'inchiesta sull'accaduto. 

 

Tutti i premi della notte degli Oscar – Pur mancando la vittoria nella categoria principale, “La la land” è stata la pellicola più premiata della serata, con 6 statuette nelle categorie Miglior scenografia, Miglior colonna sonora, Miglior canzone (“City of stars”), Miglior attrice e Miglior regista. Nonostante le 14 nomination alla vigilia della cerimonia, il record di 11 statuette di “Ben Hur”, “Titanic” e “Il signore degli anelli - Il ritorno del re” non è stato eguagliato. Damien Chazelle, a 32 anni, diventa il più giovane regista a vincere un Oscar, battendo il record di Norman Taurog, che vinse la statuetta nel 1931 a quasi 33 anni. A quota tre premi “Moonlight”; fermi a due “Manchester by the sea” e “ La battaglia di Hacksaw Ridge”.

 

TUTTE LE FOTO

 

 

 

 

Premi per l’Italia – Gianfranco Rosi non è riuscito a portare a casa un premio: nella categoria  Miglior documentario, “Fuocoammare” è stato battuto da “OJ. Made in America”. A vincere una statuetta sono stati invece Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini, premiati per il make up di “Suicide squad”: “Sono italiano e voglio dedicare questo premio agli immigrati” ha gridato sul palco Bertolazzi. Parla un po’ italiano anche “Piper”, miglior cortometraggio d’animazione: il regista Alan Barillaro vive in Canada, ma suo padre è calabrese e sua madre di origine abruzzese.

 

Oscar not so white – Dopo le polemiche degli “Oscar so white” del 2016, edizione che ha visto candidati al titolo di miglior attore solo interpreti bianchi, quest’anno ben due premi su quattro sono andati ad artisti di colore. Viola Davis e Mahershala Ali hanno trionfato nelle categorie dei non protagonisti per le loro performance in “Barriere” e “Moonlight”. I migliori attori sono invece Emma Stone per “La La Land” e Casey Affleck per “Manchester by the sea”.

 

Impegno e politica – Non sono mancate frecciate al presidente Trump, al quale il presentatore Jimmy Kimmel ha perfino scritto un tweet. Tra i momenti più toccanti della serata, il premio per il Miglior film straniero a “Il cliente” del regista iraniano Ashgar Farhadi. Assente per protesta contro il “Muslim ban” di Donald Trump, il realizzatore ha affidato le sue parole ad un comunicato letto dall’ex astronauta Anousheh Ansari e dallo scienziato della Nasa Firouz Naderi: "Dividere il mondo tra noi e 'gli altri' crea paura. [...] Il cinema può usare le sue qualità per abbattere gli stereotipi e creare empatia, un'empatia che oggi ci serve più che mai".  

 

Gli Oscar 2017 - Ecco dunque il quadro riassuntivo della serata.

 

Miglior film
“Moonlight”

Miglior regia
Damien Chazelle, “La la land”

Miglior attore protagonista
Casey Affleck,“ Manchester by the sea”

Miglior attrice protagonista
Emma Stone, “La la land”

Miglior attore non protagonista
Mahershala Ali, “Moonlight”

Miglior attrice non protagonista
Viola Davis, “Barriere”

Miglior sceneggiatura originale
“Manchester by the sea”

Miglior sceneggiatura non originale
“Moonlight”

Miglior film in lingua straniera
“Il cliente”, Iran

Miglior film d’animazione
“Zootropolis”

Miglior montaggio
“La battaglia di Hacksaw Ridge”

Miglior fotografia
Linus Sandgren, “La la land”

Migliori effetti speciali
“Il libro della giungla”

Migliori costumi
“Animali fantastici e dove trovarli”

Miglior sonoro
“La battaglia di Hacksaw Ridge” 

Miglior montaggio sonoro 
“Arrival” 

Miglior colonna sonora originale
“La la land”

Miglior canzone
“City of stars”, “La la land”

Miglior documentario
“OJ. Made in America”

Miglior cortometraggio di animazione
“Piper”

Miglior cortometraggio documentario
“The white helmets”

Miglior cortometraggio
“Sing”

 

TAG: