Sting annuncia due nuovi concerti in Italia per quest’estate

Sting sarà in Italia già il prossimo 23 marzo per il concerto al Fabrique di Milano (Getty Images)
1' di lettura

La rock star inglese si esibirà il 25 luglio a Udine e, tre giorni più tardi, a Mantova. Biglietti in vendita a partire dal 17 febbraio

Due nuovi concerti in Italia arricchiranno il “57th&9th Tour” di Sting questa estate. Lo ha annunciato la rock star inglese sul suo sito ufficiale: il 25 luglio sarà a Cividale del Friuli, in provincia di Udine e, tre giorni più tardi, si esibirà a Mantova in piazza Sordello. I biglietti, fa sapere il portale, saranno disponibili a partire dalle 12 di venerdì 17 febbraio, mentre la prevendita tramite l’Official Sting.com Fan Club inizierà dalle 11 di giovedì 16.

 

Il nuovo tour di Sting – Il nuovo tour dell’ex cantante dei Police, intitolato “57th&9th”, è partito nella prima settimana di febbraio dal Canada, a Vancouver. Per gli spettacoli, Sting si avvale di una rock band composta da tre elementi: il suo chitarrista di fiducia Dominic Miller, il batterista Josh Freese e l’altro chitarrista Ruful Miller. Il tour farà tappa in 24 città del Nord America, prima di sbarcare anche in Europa a partire dal prossimo 21 marzo. La novità, annunciata ufficialmente il 15 febbraio sul sito di Sting, riguarda due ulteriori appuntamenti in Italia: un concerto il 25 luglio a Udine, nel comune di Cividale del Friuli e un altro appuntamento il 28 dello stesso mese a Mantova. Le due tappe italiane si vanno ad aggiungere al concerto già programmato il 23 marzo al Fabrique di Milano (già sold-out), che seguirà il primo appuntamento europeo del 21 marzo a Barcellona.

 

Il dodicesimo album – Il tour “57th&9th” ha ereditato il nome dal dodicesimo album da solista del cantante inglese. Pubblicato l’11 novembre del 2016, si è posizionato nella Billboard 200, la classifica degli album discografici più venduti negli Stati Uniti. Il disco contiene un totale di dieci brani, tra cui i tre singoli “I can’t stop thinking about you”, “Petrol Head” e “Fifty Thousand”. L’album è stato prodotto dallo statunitense Martin Kierszenbaum con le etichette Cherrytree, Intercscope e A&M. Il disco, appartenente al genere pop rock, è uscito a distanza di circa tre anni dall’ultimo lavoro di Sting, l’album “The last ship” del 2013. Oltre alle due tappe italiane sono stati aggiunti in questi giorni, come si può vedere sul calendario completo pubblicato sul sito ufficiale, altri concerti in America Centrale, America del Sud, Singapore, Hong Kong e Giappone: appuntamenti che si sommano alle estive in occasione di alcuni festival europei.

Leggi tutto