Ligabue, stop al tour. Su FB: "Non ho buone notizie, devo riposare"

Luciano Ligabue (Getty Images)
1' di lettura

Il cantante ha annunciato con un post sui social di avere un edema alla corde vocali. la sua tournée ripartirà il 14 febbraio da Acireale

Riposo forzato e tour rimandato per Luciano Ligabue. Il cantante emiliano ha annunciato con un video su Facebook che il tour Made in Italy - Palasport 2017 subirà un rinvio a causa di un edema alle corde vocali. Tutto rimandato a martedì 14 febbraio al PalArt Hotel di Acireale, in provincia di Catania.

 

Il messaggio ai fan - "Ciao a tutti purtroppo non ho buone notizie. L’altro giorno il concerto a Jesolo non è saltato tanto per l’influenza, quanto per il fatto che proprio non avevo voce. Allora mi sono fatto controllare e purtroppo mi hanno trovato un edema alle corde vocali - ha spiegato Ligabue nel video rivolto ai fan e postato sulla sua pagina Facebook ufficiale. - Questo vuol dire che non solo non sono nella condizione di poter controllare la voce, ma che soprattutto mi dicono che devo assolutamente tenere la voce a riposo perché corro il rischio di creare dei danni maggiori alle corde vocali. E in vista delle cinquanta, sessanta date che abbiamo comunque da fare, può essere devastante". Ligabue starà quindi a riposo per dieci giorni.

 

Le date di recupero- L'inizio del tour è rimandato a San Valentino, quando Ligabue salirà sul parco di Acireale. "Vi potete immaginare il mio stato d’animo, la mia frustrazione - continua l'artista -. Io attendevo con ansia l’inizio di questo tour, non vedevo l’ora di cominciare al PalaLottomatica l’esecuzione dal vivo di un album a cui tengo così tanto e di uno spettacolo che credo vi piacerà. L’abbiamo preparato scrupolosamente, però, purtroppo non è possibile". Nel frattempo sono state già annunciate le modalità di rimborso e le date di recupero dei concerti romani. I live si terranno il 12 aprile a recupero del 3 febbraio, 13 aprile a recupero del 4 febbraio, 19 maggio a recupero del 6 febbraio, 20 maggio a recupero del 7 febbraio, 21 maggio a recupero del 10 febbraio.

 

Leggi tutto