Il lato tenero del Tirannosauro: strofinava il muso nel corteggiamento

Tirannosauro Rex (Getty Image)
1' di lettura

Una recente scoperta dimostrerebbe come il feroce predatore usasse l'area intorno al naso per conquistare la femmina prescelta

La sua stazza e la sua ferocia hanno terrorizzato le creature del pianeta Terra alla fine del Cretaceo e, complici alcuni film di successo, continua a farci paura. Tuttavia secondo una ricerca pubblicata su Nature, il Tirannosaurus Rex aveva anche un lato romantico. Lo mostrava strofinando il naso contro quello degli esemplari femmina.

 

Un'area molto sensibile - La funzione della pelle di questa parte del suo enorme corpo, che poteva anche arrivare a 20 metri d'altezza, era in primo luogo orientativa. Grazie alla sensibilità di questa zona, il Tirannosauro si orientava nell'ambiente, costruiva il proprio nido e riusciva a maneggiare le uova e i cuccioli. Secondo gli esperti, un uso finora rimasto ignoto era quello messo in pratica durante il corteggiamento. "Nel corteggiamento - scrivono gli autori dello studio - i tirannosauridi potrebbero aver usato lo strofinamento dei volti tra loro come una parte vitale dello schema pre-copulatorio".
La scoperta sul comportamento del Tirannosauro, finora rimasto nascosto, è figlia di un altro ritrovamento, quello del Daspletosaurus horneri, un nuovo tirannosauro i cui resti - molto ben conservati - sono stati rinvenuti in Montana, Stati Uniti. Questo esemplare, vissuto 74 milioni di anni fa, misurava nove metri. Dalle ossa del cranio e dal suo scheletro gli studiosi hanno carpito le informazioni che hanno portato all'ipotesi dello strofinamento come pratica pre-copulatoria. Si suppone anche che il muso dei dinosauri fosse ricoperto di scaglie, una protezione naturale per questa zona sensibile.

 

L'importanza del trigemino - Un simile comportamento e copertura a scaglie nelle stesse parti del corpo, sono stati osservati nei coccodrilli e alligatori. Nel 2011 gli scienziati del Yale Peabody Museum of Natural History, Connecticut, hanno riferito che questi animali strofinavano il muso sul corpo e la faccia del compagno prima dell'accoppiamento. Il nervo presente in questa zona è il trigemino. Nei mammiferi, uccelli e rettili funge da speciali sensore che trasmette agli animali i segnali dall'ambiente circostante. Ad esempio, i coccodrilli vi percepiscono il tocco e le vibrazioni in acqua, mentre gli uccelli lo usano per individuare i campi magnetici.

Leggi tutto