Le cipolle rosse sarebbero una potente arma contro il cancro

Le cipolle rosse contengono alte dosi di quercetina, una sostanza che avrebbe proprietà antitumorali (Getty Images)
3' di lettura

Secondo un nuovo studio dell'Università di Guelph in Canada sarebbero le più efficaci nell’uccidere cellule cancerogene del tumore al colon e di quello al seno

Una nuova arma nella lotta al cancro sarebbe stata scoperta tra le proprietà delle cipolle rosse. In particolare, sarebbero risultate le più efficaci nel contrastare le cellule cancerogene del tumore al colon, oltre che di quello al seno. Lo rivela un nuovo studio, condotto dai ricercatori dell'Università di Guelph in Canada e pubblicato sulla rivista di settore "Food Research International". Il prossimo passo potrebbero essere direttamente delle sperimentazioni sull’uomo.

Lo studio

I ricercatori canadesi hanno testato cinque diversi tipi di cipolla che crescono nell’Ontario in Canada, individuandone una, la "Ruby ring onion", una variante di cipolla rossa appunto, che si sarebbe rivelata efficace nel contrastare le cellule cancerogene. Le proprietà di questo cibo non sono ancora conosciute a fondo. Quello che si sa è che le cipolle contengono tra le più alte quantità di quercetina. Si tratta di una sostanza che, oltre ad avere proprietà antiossidanti, è stata studiata largamente in campo oncologico sperimentale, nei meccanismi di proliferazione delle cellule tumorali. E le cipolle raccolte dai ricercatori in Ontario vanterebbero livelli particolarmente alti di questa sostanza, rispetto ad altre varianti che crescono nel mondo. Oltre a ciò, lo studio dell'Università di Guelph avrebbe rilevato che le cipolle analizzate conterrebbero anche un'elevata dose di antocianine, sostanze che, oltre a dare il colore rosso, rinforzerebbero l'azione antitumorale della quercetina. Per individuare la cipolla più efficace tra quelle individuate, i ricercatori hanno messo a diretto contatto le cellule tumorali del colon con l’estratto di quercetina dei cinque tipi di cipolla raccolti.

Un ambiente sfavorevole alle cellule tumorali

Dalle analisi è emerso che le cipolle rosse e, in particolare la "Ruby ring onion", sarebbero particolarmente efficaci nell’uccidere le cellule tumorali. Le modalità con cui riescono a farlo le ha spiegate sul portale dell'università canadese l’autore principale dello studio, Abdulmonem Murayyan. Le cipolle, infatti, attiverebbero percorsi che "incoraggiano le cellule tumorali a morire". E lo farebbero promuovendo un ambiente sfavorevole e disturbando la loro comunicazione. Aspetto, quest'ultimo, che inibirebbe la crescita delle cellule cancerogene. Secondo il gruppo di ricerca, inoltre, le cipolle si sarebbero rivelate efficaci anche nel contrastare le cellule del tumore al seno. Il lavoro di ricerca, però, non si ferma qui. Il team canadese, infatti, sta studiando un nuovo metodo di estrazione della quercetina senza l'utilizzo di sostanze chimiche che consenta di beneficiare delle sue proprietà sotto forma di pillole. Dopo i test positivi sulle cellule tumorali, il prossimo passo potrebbero essere dei trial direttamente sull'uomo.

Leggi tutto