Mattarella: urgente legge elettorale. La Camera: in aula dal 29 maggio

Mattarella, Grasso e Boldrini (credit foto: Quirinale.it)
1' di lettura

Il capo dello Stato sollecita il Parlamento a definire le norme per l’elezione a Montecitorio e palazzo Madama e chiede la nomina del giudice della Corte Costituzionale. Dopo qualche ora la decisione dei capigruppo di Montecitorio

Al Paese serve una legge elettorale. Poche, ma chiare parole quelle del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, attraverso le quali – come si legge nella nota diffusa dal Quirinale - richiama la politica a compiere “importanti adempimenti istituzionali”. Un appello che sembra essere stato accolto da Montecitorio. La conferenza dei capigruppo alla Camera ha infatti deciso di calendarizzare la discussione del testo a partire dal 29 maggio

 


 

E’ urgente una legge elettorale

Al temine dell’incontro al Colle con il presidente del Senato, Piero Grasso, e quello della Camera, Laura Boldrini, il capo dello Stato aveva chiesto che il Parlamento provveda sia alla normativa per l’elezione di Camera e Senato sia “all’elezione del giudice della Corte Costituzionale”.

Il richiamo del capo dello Stato

Mattarella aveva inoltre chiesto a Grasso e Boldrini di “rappresentare ai rispettivi gruppi parlamentari l'urgenza che rivestono entrambe le questioni per il funzionamento del nostro sistema istituzionale”.

Leggi tutto