Corea del Nord, 4 missili Hwasong-12 per attacco a Guam

2' di lettura

Nuova minaccia nordcoreana agli Stati Uniti: “Siamo pronti a colpire la base Usa, sciocchezza le minacce americane"

La Corea del Nord ribadisce non solo il proposito di sferrare un attacco contro Guam, avamposto militare Usa nel mar delle Filippine, ma anticipa pure che sta "seriamente" valutando l'uso "in contemporanea" di 4 missili a raggio intermedio Hwasong-12 per colpire gli asset strategici di Marina e Aeronautica americane. Il piano riassunto dal generale Kim Rak-gyom, a capo dell'unità balistica speciale, prevede la sua completa definizione per metà agosto, con l'esecuzione in ogni momento su ordine del leader Kim Jong-un.

4 missili Hwasong-12 

Il dispaccio in inglese della Kcna traccia la rotta dei missili che attraverseranno il cielo delle prefetture giapponesi di Shimane, Hiroshima e Koichi per coprire la traiettoria verso sud di "3.356,7 chilometri in 1.065 secondi (quasi 18 minuti, ndr) prima di atterrare nei 30-40 km da Guam".

La mossa è finalizzata a "interdire le forze nemiche sulle maggiori basi militari di Guam e mandare un avvertimento cruciale agli Stati Uniti", in risposta al messaggio di "fuoco e furia" inviato dal presidente Donald Trump se Pyongyang non accantonerà le sue minacce nucleari e balistiche verso Washington.

L'isola di Guam

Guam, isola di 544 km quadrati e abitata da 162mila persone, dista circa 3.400 km da Pyongyang: ospita 3.831 militari, in gran parte concentrati nella base Andersen col 36esimo stormo aereo rafforzato dai bombardieri strategici B-52 e B-1B, oltre ai sistemi sofisticati antimissile Thaad, di recente collocati anche in Corea del Sud. In settimana, due B-1B, in grado di raggiungere il Nord in appena due ore, hanno effettuato un volo dimostrativo sulla penisola in manovre congiunte coi caccia di Seul.

Leggi tutto
Prossimo articolo