Trump: addio all'accordo trans-Pacifico e stop ai fondi per l'aborto

1' di lettura

Il nuovo presidente degli Stati Uniti ha firmato un provvedimento con cui ristabilisce il bando sull'erogazione di fondi federali alle Ong internazionali che praticano interruzioni di gravidanza o danno informazioni a riguardo. Dal nuovo inquilino della Casa Bianca anche l'addio al Tpp

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo con cui ristabilisce il bando sull'erogazione di fondi federali alle Ong internazionali che praticano aborti o forniscono informazioni a riguardo. Si tratta di un provvedimento che, da quando fu introdotto dall'amministrazione repubblicana nel 1984, è stato revocato dalle amministrazioni democratiche e reintrodotto da quelle repubblicane che si sono succedute. L'ultima volta era stato il presidente Barack Obama a cancellare il bando.

Gli altri ordini esecutivi - Trump, che secondo quanto annunciato dalla sua portavoce si è dimesso dalle sue società, ha firmato nello Studio Ovale altri due ordini esecutivi. Con il primo gli Stati Uniti si ritirano dal proposto Tpp, l'accordo commerciale Trans-Pacifico. Si tratta di una formalità, visto che il Tpp non era stato ancora ratificato al Senato. Il secondo è un memorandum per congelare le assunzioni da parte del governo federale, fatta eccezione per le forze armate. Il provvedimento, con cui Trump mantiene la promessa di ridurre la burocrazia e le spese per questo settore, è simile a quello firmato dall'ex presidente George W. Bush all'inizio del suo mandato nel 2001. Entrambi gli atti erano stati annunciati in campagna elettorale.

L’incontro con i leader del business - Il presidente, poi, ha incontrato alla Casa Bianca i leader del business. Per loro un messaggio, vantaggi per chi produce in Usa e assume americano, e una promessa: tagliare del 75 per cento il quadro regolatorio e di ridurre le tasse per sviluppare l'economia. Il tycoon ha ipotizzato di tenere questi incontri ogni tre mesi.

Leggi tutto