Variety: DiCaprio reciterà nel fim di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio (Getty Images)
3' di lettura

La testata conferma i rumors sulla presenza dell'attore premio Oscar nel cast del nono lavoro del regista di "Pulp Fiction". Nella pellicola potrebbero esserci anche Brad Pitt e Tom Cruise

Non è ufficiale, ma secondo quanto riportato da Variety ormai è quasi fatta: Leonardo DiCaprio sarà nel film di Quentin Tarantino su Charles Manson. Il cast del nono lavoro (ancora senza titolo) del regista de "Le Iene" sta iniziando a prendere forma. Il protagonista premio Oscar per "The Revenant" interpreterà un anziano attore la cui vita si intersecherà con gli assassini del serial killer fondatore della Manson Family, recentemente deceduto all'età di 83 anni mentre scontava l'ergastolo.

Il possibile cast

Secondo quanto riporta Variety, che cita fonti anonime vicine alla produzione, Leonardo DiCaprio lavorerà nuovamente con Quentin Tarantino. Una notizia che conferma i numerosi rumors circolati sin dall'annuncio della pellicola. L'attore protagonista di "Titanic" interpreterà un vecchio attore che nel 1969 - all'epoca dell'omicidio di Sharon Tate - intreccerà la sua vicenda con quella dei killer. Secondo Vanity Fair la sceneggiatura prevede che questo attore sia impegnato nel riuscire a sfondare nel mondo della televisione. Si tratta della seconda collaborazione tra l'attore e il regista, che hanno già lavorato insieme per "Django Unchained". Anche se non ha ancora confermato la sua presenza, Tarantino è certo di portare nel progetto anche Margot Robbie, che vestirà i panni di Sharon Tate, all'epoca moglie del regista Roman Polanski, assassinata dalla Manson Family. Tom Cruise e Brad Pitt potrebbero essere coinvolti per due ruoli importanti. Anche Al Pacino, in attesa di ufficializzare l'accordo, potrebbe far parte del cast.

Un atteso ritorno

Dopo l'Oscar del 2016 per "The Revenant", Leonardo DiCaprio si è preso una pausa dal set. Quello con Tarantino sarà il primo film che lo vedrà di nuovo al lavoro. Intanto, il regista di "Pulp Fiction" sta vivendo un intenso momento di cambiamento. Dopo aver annunciato di voler collaborare al franchise di "Star Trek", Tarantino ha anche scelto di produrre il suo nuovo film con Sony, rompendo lo storico sodalizio con l'azienda di Harvey Weinstein. Sullo scandalo che ha travolto il produttore, il regista si è detto dispiaciuto di non essersi preso la responsabilità di quello che aveva sentito: "se lo avessi fatto, non avrei lavorato con lui". Il nono film di Quentin Tarantino uscirà il 9 agosto 2019, in concomitanza con il 50esimo anniversario della morte di Sharon Tate.

Leggi tutto
Prossimo articolo