Milano fashion week, Zegna dà il via alle passerelle della moda uomo

3' di lettura

Dal 12 al 15 gennaio saranno più di sessanta gli eventi tra sfilate, presentazioni, appuntamenti e party. La manifestazione si sposta dal centro per arrivare anche in periferia

di Maria Teresa Squillaci

La scorsa stagione alla Cattolica, stavolta alla Bocconi. Ermenegildo Zegna,  dà il via alla settimana della moda uomo a Milano e sceglie ancora una volta un'università (FOTO). Il direttore creativo Alessandro Sartori ha in mente una sfilata evento, con i modelli che alla fine posano su cubi dai lati specchiati in mezzo all’Aula magna. Meno show “classici”, ermeticamente chiusi a chi non ha un invito nominale, più presentazioni ed eventi all’aperto: è questa la tendenza di questa edizione.

Dal centro alla periferia

La scelta di sfilare alla Bocconi dimostra come quest’anno la fashion week maschile esca dai confini del quadrilatero della moda e coinvolga tutta la città di Milano. Tante le Maison che hanno scelto di sfilare in luoghi d’eccezione situati lontano dal centro: a partire da Prada, che trasloca da via Fogazzaro in viale Ortles per la sfilata in calendario domenica 14 gennaio. Scelte simili per DSquared2 che sfilerà in via Orobia 15, e Palm Angels, che opta per via Balduccio da Pisa 18, sempre nella giornata di domenica. La zona Isola invece sarà animata dal fashion show di Moschino (all’ex Scalo Farini) e di Sunnei al Depot Nilufar in via Lancetti 34, un magazzino di 1.500 metri quadrati su 3 piani.

Etro apre al pubblico

Etro sceglie di festeggiare i 50 anni del marchio aprendo al pubblico. Per assistere alla presentazione della collezione autunno-inverno 2018-2019, che si terrà il 13 gennaio dalle 11 alle 17 al Palazzo del Ghiaccio, basterà iscriversi sui canali social della maison. Il titolo che il direttore creativo Kean Etro ha dato all'evento è Dandy Detour.

Le sfilate co-ed

In totale, la fashion week prevede 30 sfilate, 25 presentazioni, 8 presentazioni su appuntamento e 12 eventi in calendario, per un totale di 63 collezioni. Molte delle passerelle saranno co-ed: Diesel Black Gold, Neil Barrett, Marcelo Burlon County of Milan, Dsquared2, Daks, Palm Angels, GCDS e Frankie Morello (che chiuderà le sfilate), hanno scelto di presentare congiuntamente le loro collezioni uomo e donna. Altre sfilate co-ed saranno presenti nel calendario di Milano moda donna, questo spiega alcuni grandi assenti come Bottega Veneta, Salvatore Ferragamo e Cavalli. Sfileranno inoltre per la prima volta a Milano Moda Uomo i marchi Isabel Benenato, Represent,Hunting World e, con il supporto di Cnmi, Sartorial Monk.

Leggi tutto
Prossimo articolo