Trovato un arsenale nella casa di un ottantenne nell’Agrigentino

Foto d'archivio
2' di lettura

In un'abitazione di Sciacca sono state rinvenute 12 pistole semiautomatiche e revolver, un fucile di fabbricazione artigianale ed oltre 400 cartucce. L'anziano è stato arrestato con con l'accusa di detenzione illegale di armi e munizioni

Un uomo ottantenne custodiva nella sua abitazione nel comune di Sciacca, in provincia di Agrigento, un vero e proprio arsenale. Lo hanno scoperto i carabinieri del comando provinciale del capoluogo siciliano che hanno arrestato l'anziano con l'accusa di detenzione illegale di armi e munizioni.

Blitz condotto con unità cinofile e metal detector

Dell'arsenale, fanno sapere i carabinieri, facevano parte 12 pistole semiautomatiche e revolver, un fucile di fabbricazione artigianale ed oltre 400 cartucce. Per scovarle all'interno dell'abitazione è stato necessario l'utilizzo di unità cinofile e metal detector che hanno permesso ai militari di trovare le armi nei nascondigli più disparati. Alcune delle pistole infatti erano nascoste all'interno di calzini o dentro un paio di stivali, mentre molte munizioni sono state trovate in un barattolo di vernice. Una delle armi è stata invece trovata nella giacca che l'uomo indossava al momento del blitz. I carabinieri hanno anche scovato un kit per la pulizia delle armi nascosto all'interno di una cuccia dove l'anziano teneva il suo cane.

Le indagini

I militari sono arrivati a perquisire la casa dell'uomo dopo una serie di pedinamenti ai danni di soggetti indagati che hanno più volte incontrato l'anziano. Le armi trovate in casa, che sono risultate essere perfettamente efficienti e in alcuni casi avevano la matricola abrasa, sono state inviate ai carabinieri del Ris di Messina per le analisi balistiche al fine di accertare l'eventualità che possano essere state utilizzate in recenti fatti di sangue avvenuti in Sicilia.

Leggi tutto
Prossimo articolo