Puglia, 19 arresti per falsi matrimoni tra italiani e stranieri

Le ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite dai carabinieri del Comando Provinciale di Foggia (Ansa)
2' di lettura

I carabinieri hanno eseguito ordinanze di custodia cautelare nei confronti di un gruppo di persone che  avrebbe organizzato unioni fittizie, finalizzate all’ottenimento del visto di ingresso nel nostro Paese

Organizzavano matrimoni fittizi tra italiani e stranieri in cambio di denaro, al fine di favorire l'ingresso illegale in Italia. Con questa accusa i carabinieri del comando provinciale di Foggia, in Puglia, hanno eseguito 19 ordinanze di custodia cautelare, 8 in carcere e 11 ai domiciliari, nei confronti di un gruppo di persone accusato di favoreggiamento dell'immigrazione. I matrimoni falsi accertati finora sono 15 e per ognuno di questi era previsto un "compenso" compreso tra i settemila e i 10mila euro. Soldi che i cittadini marocchini, che avrebbero preso parte alla truffa, erano disposti a versare per ottenere un visto di ingresso nel nostro Paese.

Matrimoni all’estero e convivenza di facciata

Secondo le indagini, fulcro dell’attività illecita erano tre stranieri che per organizzare i matrimoni fittizi proponevano a cittadini italiani un compenso di circa 2mila euro in cambio di un'unione legale all'estero. Dopo aver stretto l'accordo, gli uomini fornivano il biglietto aereo agli sposi 'italiani' che si recavano in Marocco dove, a seguito del matrimonio, richiedevano all'Ambasciata d'Italia il rilascio del visto d'ingresso del coniuge. Una volta tornati in Italia gli sposi erano costretti a una breve convivenza di facciata, funzionale al rilascio del permesso di soggiorno. Infine venivano avviate le pratica di separazione, per poi contrarre un nuovo matrimonio.

Data ultima modifica 07 dicembre 2017 ore 11:30

Leggi tutto
Prossimo articolo