Esplosione in una ditta di prodotti chimici a Torino: due ustionati

3' di lettura

Ancora da chiarire la dinamica dell'incidente avvenuto alla Vaber. Secondo le prime informazioni, i lavoratori sarebbero stati investiti da una scarica di vapore ad alta pressione. Appendino in visita a feriti. Camusso: "Orrore 10 anni dopo Thyssen"

Sono due, e non tre come appreso in un primo momento, le persone ferite nell'incidente sul lavoro avvenuto la mattina del 6 dicembre alla Vaber di Torino, storica azienda che produce elementi per carrozzerie, adesivi e componenti per la nautica e l'aerospaziale. Si tratta di due uomini, di 61 e 76 anni, uno dei quali consulente della ditta. Si sarebbero ustionati dopo essere stati investiti da una scarica di vapore ad alta pressione. Illeso, invece, un terzo operaio che lavorava con i due feriti alla manutenzione di un macchinario.

I due ustionati

Dei due ustionati, uno è un 61enne responsabile della linea e in pensione da pochi mesi, ma che continuava ad aiutare in azienda. Ha riportato ustioni al volto e alle vie aeree ed è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Maria Vittoria. All'ospedale Cto è invece ricoverato il secondo ferito, un 76enne di Milano, consulente esterno della ditta. Sul posto, dopo l'incidente, sono arrivati sia i Vigili del fuoco che la Polizia. L'episodio è avvenuto nel giorno del decennale del rogo alla Thyssen che costò la vita a sette operai.

Appendino: "Vicinanza ai feriti e alle loro famiglie"

"A nome della Città esprimo vicinanza ai feriti e alle loro famiglie", ha detto il sindaco di Torino, Chiara Appendino, che ha voluto sincerarsi di persona delle condizioni del più grave dei due feriti parlando con i medici del pronto soccorso dell'ospedale Cto. La prima cittadina visiterà anche l’altra persona coinvolta nell’incidente, all'ospedale Maria Vittoria.

Camusso: "Orrore Vaber 10 anni dopo Thyssen"

Sull’accaduto è intervenuta anche la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso: "Fa davvero orrore l'idea che a 10 anni negli stessi giorni si ripeta nuovamente il fatto che ci siano lavoratori feriti gravi: spero ovviamente che ce la facciano", ha detto da Firenze. "In dieci anni", ha proseguito, "purtroppo è cambiato troppo poco: anzi, qualche elemento di peggioramento delle condizioni lo vediamo nel tasso degli infortuni che continua a crescere, anche quello della mortalità".

Data ultima modifica 06 dicembre 2017 ore 15:30

Leggi tutto
Prossimo articolo